Codice internet, l’evento contro il digital divide

di Chiara Bolognini

scritto il

Partirà da settembre l'iniziativa rivolta alle piccole imprese, ai professionisti e a chi voglia scoprire i vantaggi della Rete

A volte contro il digital divide può bastare un’idea, seguita da una pronta e rapida azione. Quella di Marco Montemagno e Marco Antonio Masieri che hanno inventato Codice Internet, un evento culturale rivolto alle piccole imprese, ai professionisti e ai singoli cittadini che vogliano saperne di più sulle opportunità offerte dalla Rete.

L’iniziativa, che vede tra i partner la Camera di Commercio di Milano, partirà a settembre proprio in questa città per diffondersi poi in altre città italiane, all’interno di manifestazioni già consolidate.

Il programma articolato dell’iniziativa verrà presentato il 3 settembre prossimo in conferenza stampa, ma intanto è possibile dare qualche anticipazione.

A partire da settembre 2008 saranno realizzate una serie di incontri di divulgazione coinvolgenti, semplici, divertenti in tutta Italia che, in questa prima fase, arriveranno fino a fine 2009 quando a Milano sarà organizzata la prima “Internet Week” (una sorta di Festival di Internet) durante la quale le strade della città si coloreranno di Web; per fare un esempio, qualcosa tipo festival della Scienza di Genova o Salone del Mobile col Fuori salone, ma 100% dedicato alle tematiche della Rete.

I primi appuntamenti già definiti sono:

  • 8 settembre/15 ottobre, Milano, Ottagono: 35 giorni, 1 ora al giorno in Piazza Duomo a parlare di Web alle persone. Internet scende in strada;
  • 3/4 Ottobre, Milano Teatro dell’Arte: la prima tappa dell’Internet Tour. Internet entra a Teatro, con incontri con i vari guri/esperti di Rete che spiegheranno in modo divulgativo le opportunità concrete della Rete, laboratori e la sera uno spettacolo dedicato al tema della Rete: “The Internet Show”.

Per maggiori informazioni si può visitare il sito dedicato al Progetto o scrivere a info@codiceinternet.it.

I Video di PMI

Quota 100: regole, pro e contro