Social networking sul lavoro: un rischio Web 2.0

di Noemi Ricci

scritto il

La navigazione sempre più consistente dei siti Web 2.0, e in particolare di social networking, mette a rischio le reti aziendali; questo è quello che emerge dalle analisi Trend Micro

I dipendenti che hanno la possibilità di navigare in modo completo la rete scelgono sempre di più di raggiungere i siti di social networking sviluppati con le tecnologie del Web 2.0.

Questo trend, se si considera il parallelo incremento del volume delle minacce informatiche, rende evidente come le infrastrutture di rete e i dati sensibili di un impresa siano più a rischio rispetto al passato.

I risultati dell’analisi effettuate da Trend Micro, il noto player del mercato della sicurezza Internet, dicono che il 19% dei 1600 intervistati ha effettivamente visitato siti di social networking, con un incremento del 15% rispetto alla stessa analisi dello scorso anno.

Inoltre il 45% degli intervistati ha dichiarato di aver inviato informazioni aziendali potenzialmente sensibili utilizzando la Webmail, l’applicazione più utilizzata in ambito Web 2.0.

I 1600 utenti aziendali intervistati provengono dagli Stati Uniti, Regno Unito, Germania e Giappone. Soprattutto nei primi tre il numero di dipendenti che dal computer aziendale navigano in siti di social networking stanno crescendo con una curva più ripida nelle grandi imprese rispetto a quella registrata per le piccole aziende.