Tratto dallo speciale:

Lavoro Agile: lo smart working funziona

di Noemi Ricci

scritto il

L'approccio Microsoft allo smart working basato su un’organizzazione del lavoro più flessibile e orientata alla soddisfazione dei dipendenti.

Focus sullo smart working nella Settimana del Lavoro Agile in programma fino al 26 maggio. A partecipare è anche Microsoft Italia, pioniere del lavoro flessibile, sperimentato “in casa” da oltre 10 anni. Per l’occasione, l’azienda ha condotto un sondaggio interno per fare il punto sui principali benefici di questa modalità operativa secondo la percezione degli stessi dipendenti, anche alla luce del recente trasferimento presso la Microsoft House.

=> Smart working: la strategia Microsoft

Soddisfazione e produttività

Rispetto allo scorso anno i dipendenti che lavorano in modalità smart per oltre 6 giorni al mese sono passati dall’11% al 55%: di questi, il 79% dichiara di lavorare con maggiore produttività.

A migliorare il benessere dei dipendenti è stato anche lo spostamento della sede in centro città, più vicina ai servizi ma anche ai clienti e ai partner:

  • per l’80% è migliorato il worklife balance;
  • per il 75% le relazioni con clienti e partner;
  • la collaborazione è incrementata per il 54%.

Va però sottolineato come il 76% dei dipendenti riferisca la necessità di stabilire un codice di comportamento per lo smart working: perché consenta realmente di bilanciare al meglio vita professionale e vita privata aumentando al contempo la produttività, sono assolutamente necessarie regole chiare e definite, che devono essere rispettate da tutti.

Il ricorso allo smart working di Microsoft, si legge in una nota stampa dell’azienda:

“Si traduce in un’organizzazione del lavoro più flessibile e attenta alle responsabilità dei singoli, una nuova centralità della persona che viene responsabilizzata rispetto ai risultati e premiata in base al contributo individuale portato al raggiungimento degli obiettivi aziendali e ad elementi qualitativi, quali la capacità di collaborazione con i colleghi, mentre sono stati accantonati concetti più tradizionali di gestione del personale, principalmente legati all’associazione diretta della produttività alla quantità di ore lavorate o alla presenza fisica negli uffici”.

=>Microsoft: innovazione trasparente a Milano

Organizzazione aziendale

Tempi, modalità e luoghi di lavoro vengono valutati sulla base di una pianificazione periodica condivisa con il proprio responsabile, così da conciliare le esigenze del singolo e quelle dell’azienda. Interessante che non esistano postazioni “fisse” in azienda: ognuno è libero di spostare il proprio desk in base all’organizzazione del lavoro o della giornata. Un elemento che sottolinea ulteriormente la filosofia Microsoft basata sui principi della responsabilizzazione, della fiducia, della flessibilità e della meritocrazia. Flessibilità apprezzata in particolar modo dalle lavoratrici madri (il 30% delle dipendenti donne di Microsoft).

Strumenti IT

Si tratta di un approccio che, con il tempo, ha generato soddisfazione e motivazione, con indubbi effetti anche per l’azienda in termini di produttività, ottimizzazione di tempi e costi di spostamento. Un ruolo centrale in questa filosofia lavorativa è l’impiego di soluzioni di Unified Communication e strumenti come le conference call di Skype for Business.  Ai dipendenti vengono infatti forniti tutti gli strumenti tecnologici necessari per poter svolgere il proprio lavoro, efficientemente: desktop ovunque, portatile, smartphone, connessione wireless, soluzioni di comunicazione e collaborazione integrate con Office 365 e Skype for Business.

Aree di lavoro

Sulla base delle logiche di smart working sono stati pensati e strutturati i 7.500 metri quadrati della Microsoft House di Milano. Per lo scopo sono state identificate sette diverse tipologie di aree lavoro, differenziate in base alle esigenze:

  • Scrivanie open space con pannelli di isolamento acustico e in alcuni casi monitor fisso per un utilizzo prolungato del computer e il massimo comfort visivo e acustico;
  • Atelier, spazi trasparenti per il lavoro individuale di breve durata;
  • Creative Garden, per attività di collaborazione e brainstorming, all’interno di strutture di legno naturali e funzionali, arredate con piante ed elementi di colore;
  • Smart Platform per attività che richiedono concentrazione (isolate acusticamente e dotate di lavagne scorrevoli), cos’ come le Smart Flowers, per il lavoro individuale;
  • Garden Tables, elementi circolari per favorire lavoro individuale e in team, grazie a un innovativo e creativo meccanismo di piante decorative al centro del tavolo sollevabili per garantire privacy o al contrario per creare un piano di lavoro unico e collaborativo;
  • Touch down Area, strutturate in tavoli alti e concepite per brevi momenti di lavoro:
  • Hub tematici: Sport, City e Nature, in cui è presente anche una cucina, per i momenti di pausa o attività e riunioni con colleghi in spazi informali e stimolanti.

I Video di PMI