La metà delle PMI non ha fondi

di Marianna Di Iorio

scritto il

Uno studio di GE Commercial Finance ha analizzato la situazione finanziaria delle piccole e medie imprese del Vecchio Continente

Più della metà delle piccole e medie imprese non ha abbastanza fondi per acquistare macchinari e attrezzature utili per la propria attività.

Lo rivela lo studio “Il barometro delle PMI europee”, un’indagine condotta da GE Commercial Finance (una società di factoring che rivolge la sua attenzione principalmente al mercato delle PMI) per analizzare le risorse che hanno a disposizione le piccole e medie realtà europee.

Secondo la ricerca, la mancanza di fondi in una piccola e media impresa ha:

  • contribuito a creare notevoli problemi nelle attività commerciali e di marketing per il 34% delle imprese intervistate;
  • ostacolato strategie di fusioni e di acquisizioni di altre società per il 20% delle aziende coinvolte;
  • reso impossibile assumere nuovo personale nel 17% dei casi.

In linea generale, il problema della mancanza di fondi risiederebbe nella strategia utilizzata dalla piccola impresa al momento in cui intende cercare nuovi finanziamenti.

Il 60% delle imprese ha, infatti, dichiarato di chiedere fondi soltanto ad un’unica fonte, mentre una su quattro ne contatta al massimo due.

Inoltre, il 93% degli imprenditori, nel momento in cui ha bisogno di denaro da investire si rivolge solo alle banche, mentre il 21% parla anche con altri operatori.