Autonomi Spettacolo: come ottenere la disoccupazione ALAS

di Redazione PMI.it

scritto il

Lavoratori autonomi dello spettacolo: indennità di disoccupazione ALAS dalprimo gennaio 2022, come fare domanda INPS.

SI chiama ALAS la nuova indennità di disoccupazione per lavoratori autonomi dello Spettacolo e per fruire della prestazione gli aventi diritto devono presentare domanda online – tramite il servizio INPS “Indennità per i lavoratori autonomi dello spettacolo (ALAS)” – entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro (in prima applicazione, il riferimento è la data di pubblicazione della Circolare attuativa del 14 gennaio 2022). Vediamo tutti i dettagli.

Nuova indennità per autonomi dello Spettacolo

Il decreto Sostegni bis (Articolo 66, commi da 7 a 16, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106) ha introdotto una specifica indennità di disoccupazione (ALAS) per i lavoratori autonomi dello spettacolo che restano senza lavoro dal 1° gennaio 2022 nel caso in cui:

  • prestano a tempo determinato attività artistica o tecnica connessa alla produzione e realizzazione di spettacoli;
  • prestano a tempo determinato attività al di fuori delle ipotesi del punto precedente;
  • sono esercenti attività musicali.

Requisiti di accesso ALAS

L’indennità ALAS è riconosciuta ai lavoratori, come individuati al precedente paragrafo che possono fare valere congiuntamente i seguenti requisiti:

  • non avere in corso rapporti di lavoro autonomo o subordinato;
  • non essere titolari di trattamento pensionistico diretto a carico di gestioni previdenziali obbligatorie;
  • non essere beneficiari di Reddito di cittadinanza;
  • avere maturato, dal 1° gennaio dell’anno precedente fino alla data della domanda, almeno quindici giornate di contribuzione versata o accreditata al Fondo spettacolo;
  • avere un reddito relativo all’anno precedente non superiore a 35.000 euro.

Durata e importo indennità ALAS

L’indennità ALAS è corrisposta mensilmente per un massimo di 6 mensilità, per un numero di giornate pari alla metà di quelle versate o accreditate al Fondo pensionistico nel periodo che va dal 1° gennaio dell’anno precedente la conclusione dell’ultimo rapporto di lavoro autonomo alla data di conclusione del contratto. L’importo percepito è rapportato ai contributi versati nel biennio precedente (rilevano anche i periodi di maternità e paternità obbligatori), nella misura del 75% ma con importo massimo pari a 1.335,40 euro.

Domanda di disoccupazioni ALAS

La circolare 8/2021 riporta tutti i requisiti di accesso e indica la base di calcolo, l’importo e la durata del sussidio di disoccupazione, oltre a chiarire i termini di decorrenza e le ipotesi di decadenza, i casi di incompatibilità o incumulabilità, nonché le modalità per presentare eventuali ricorsi amministrativi in caso di rigetto della domanda.