Finanziamenti International + per l’internazionalizzazione delle PMI

di Roberto Rais

scritto il

Intesa Sanpaolo e Mediocredito Italiano hanno sottoscritto un accordo con SACE(Società  di Assicurazione del Credito all’Esportazione italiana), mediante il quale sarà  stanziato formalmente un plafond da 500 milioni di euro a supporto dei progetti di sviluppo all’estero da parte delle piccole e delle medie imprese italiane.

Sulla base di quanto stipulato, le imprese potranno avere a disposizione un plafond di 500 mln di euro per poter supportare i propri piani di diversificazione delle attività  all’estero, e una consulenza finanziaria utile per poter approcciare nel migliore dei modi a questi nuovi impegni internazionali.
Potranno avere accesso al plafond tutte le imprese con fatturato non superiore ai 250 milioni di euro, di cui almeno il 10% generato all’estero, per poter finanziare i propri piani di sviluppo al di fuori dei confini nazionali.

I nuovi finanziamenti saranno formalmente erogati da Mediocredito Italiano con il nuovo prodottoInternational +, a valere sulla garanzia SACE: tecnicamente, si tratterà  di prestiti chirografari (pertanto, privi di garanzie di natura reale), con garanzia fideiussoria del fondo SACE nella misura del 70%.

Le attività  finanziabili sono relative all’acquisto, riqualificazione o rinnovo di impianti, macchinari, attrezzature industriali e commerciali; promozione, pubblicità , tutela di marchi e brevetti, ricerca, sviluppo e partecipazione a fiere internazionali; acquisizione di partecipazioni non finanziarie all’estero; acquisto di terreni e loro riqualificazione, immobili e loro ristrutturazioni; accordi di cooperazione e di joint venture con imprese estere.