Proroghe 2011: lavoro accessorio e disoccupazione in deroga

di Roberto Grementieri

scritto il

Come previsto dalla recente legge n. 10/2011 sono intervenuti i previsti Dpcm che prevedono un ulteriore slittamento di alcuni termi­ni fissati dalla legge al 31 marzo 2011 fino al 31
dicembre 2011
o ad altro termine. Vediamo di seguito quali sono le scadenze con ulteriore proroga che interessano il rapporto di lavoro e la ge­stione del personale, nonché le dichiarazioni del sostituto d'imposta.

Lavoro accessorio
Viene differito l'utilizzo, fino alla data del 31 di­cembre 2011, del lavoro occasionale accessorio
con riferimento ai seguenti casi:

1) part-time: il differimento riguarda la possibilità , da parte dei lavoratori titolari di contratto part-time, di essere impiegati in attività  occasionali accessorie il differimento riguarda la possibilità , da parte dei lavoratori titolari di contratto part-time, di essere impiegati in attività  occasionali accessorie;

2) lavoratori percettori di ammortizzatori sociali: la proroga al 31 dicembre 2011, effettuata in ragione della particolare congiuntura economica, riguarda la possibilità , da parte dei lavoratori per­cettori di prestazioni integrative del salario o con sostegno al reddito (vale a dire cassa integrati e disoccupati), di essere impiegati in tutti i settori produttivi, compresi gli enti locali, per prestazioni di lavoro occasionale e accessorio, entro il limite
massimo di importo erogato, pari a 3.000 euro netti.

Disoccupazione in deroga
Altra proroga al 31 dicembre 2011 dell'incre­mento dell'ammontare dell'indennità  di disoccu­pazione in deroga fino all'80% della retribuzio­ne a favore dei lavoratori di aziende che sospen­dono l'attività  e non beneficiano degli ammortiz­zatori sociali.

I Video di PMI

Decreto Agosto: le misure del pacchetto lavoro