Tratto dallo speciale:

Fotovoltaico: ANIE/GIFI, guardare oltre il Conto Energia 2011

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Si è parlato di Fotovoltaico e dei suoi aspetti autorizzativi e fiscali ieri a Roma, in occasione dell'annuale incontro ANIE/GIFI: bene Conto Energia 2011 e Linee guida nazionali ma servono orizzonti temporali più estesi

Focus su aspetti autorizzativi e fiscali del Fotovoltaico all’edizione 2010 dell’appuntamento annuale ANIE/GIFI con gli operatori del settore, tenutosi ieri nell’ambito della manifestazione PV ROME MEDITERRANEAN 2010 (ZeroEmission Rome).

L’evento ha fornito un momento di confronto per condividere le esperienze e chiarire i dubbi. Fulcro centrale dell’incontro il nuovo Conto Energia 2011 e le Linee guida nazionali.

Queste ultime rappresentano una buona base per il prossimo triennio oltre alla quale è però necessario iniziare ad agire per raggiungere gli obiettivi del 2020.

Normativa che, ha dichiarato il Presidente di ANIE/GIFI Gert Gremes, ha apportato notevoli miglioramenti a quella precedente.

Tra le critiche, il ristretto arco temporale di riferimento, perchè i tre anni previsti risultano insufficienti a livello di logica industriale, non permettendo di pianificare investimenti strutturali. Mentre il limite di potenza incentivabile non sembra dare ampio spazio alle potenzialità del settore che potrebbe arrivare a garantire almeno 15000 MWp di potenza installata al 2020 (contro i 3000 MWp al 2013 e gli 8000 MWp al 2020 previsti).

Ultima nota stonata, la mancata pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (GURI) del decreto attuativo delle linee guida, approvate da parte della Conferenza Stato-Regioni dopo la lunga attesa di 79 mesi.