Rinnovabili: fondo di garanzia in Toscana

di Teresa Barone

scritto il

Fondo di garanzia per i finanziamenti attivati dalle PMI toscane e finalizzati a investire nelle fonti rinnovabili.

La Giunta regionale della Toscana ha attivato un nuovo fondo di garanzia per favorire gli investimenti delle imprese nelle fonti rinnovabili, grazie allo stanziamento di 30 milioni di euro.

=> Rinnovabili: 49 miliardi per occupazione e PIL

Una decisione mirata a rispettare gli standard europei, che prevedono il conseguimento di un decisivo traguardo entro il 2020: il 16,5% di energia dovrà essere prodotta da fonti rinnovabili, mentre al momento la Toscana è ferma al 9,5%.

Secondo la normativa alla base del fondo di garanzia, ciascun beneficiario (PMI o enti locali, ma anche aziende sanitarie e ospedaliere e associazioni di attività assistenziale, culturale e ricreativa, compresi i singoli cittadini) potrà disporre di un contributo massimo pari a 500mila euro per la realizzazione di nuovi impianti di energia pulita, finalizzati anche alla riduzione dei consumi.

Gli impianti, tuttavia, non potranno essere realizzati su terreni agricoli e dovranno basarsi sulla riduzione delle emissioni di gas serra o sulla rimozione di elementi in cemento-amianto dalle coperture degli immobili.

=> Incentivi Fotovoltaico: bonus fiscale per gli impianti

Le garanzie potranno essere cedute sui finanziamenti di durata non inferiore a 5 anni e non superiore ai 25 anni.

=> Leggi tutte le news per le PMI della Toscana