Tratto dallo speciale:

Riforma incentivi: Industria 2015 tra i programmi cancellati

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Riforma incentivi imprese: abrogazione di programmi di finanziamento alle imprese, come Industria 2015 per il sostegno a progetti di innovazione tecnologica.

La riforma degli incentivi alle imprese per lo sviluppo di programmi imprenditoriali, ha determinato anche l’abrogazione di numerosi programmi di finanziamento, tra cui anche Industria 2015 (commi da 841 a 845 della legge 296 del 2006) a suo tempo pensato per sostenere progetti di innovazione tecnologica e Green Economy.

Tra i detrattori, il direttore del Kyoto Club, Gianni Silvestrini, associa l’abolizione del programma alla volontà del Governo di rilanciare il Nucleare. Industria 2015 mirava, infatti, anche a finanziare l’uso di energie rinnovabili, Fotovoltaico in primis.

Abrogate anche le agevolazioni per la ricerca mineraria; centri per lo sviluppo dell’imprenditoria al Sud; incentivi per la rimozione dell’amianto nelle imprese; aiuti per le imprese di armamenti; incentivi per le fonderie. Cancellati poi i seguenti fondi:

  • credito agevolato al settore industriale;
  • ristrutturazione e riconversione industriale per imprese manifatturiere ed estrattive.

Infine, un allegato al decreto legislativo elimina anche alcune vecchie misure rimaste incredibilmente attive come “urgenti”, come ad esempio i fondi per la realizzazione di strutture turistiche in vista dei Mondiali di Calcio del ’90!

Articoli Correlati:

Documenti Correlati:

I Video di PMI

Nuove imprese a tasso zero: finanziamenti per donne e giovani