Tratto dallo speciale:

Crediti PA: un Fondo per le imprese in Emilia Romagna

di Teresa Barone

scritto il

La CCIAA ferrarese attiva il fondo di rotazione per coprire i ritardi nei pagamenti della PA verso le imprese.

La Camera di Commercio di Ferrara renderà operativo il fondo di rotazione per lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese nei confronti della pubblica amministrazione, nello specifico i Comuni della provincia, a partire dal prossimo 3 settembre.

La CCIAA di Ferrara, in collaborazione con il Banco Popolare San Gimignano e San Prospero, sostiene le imprese in attesa dei pagamenti da parte della PA attraverso un fondo di rotazione che consente di ottenere in tempi brevi la liquidità necessaria per coprire il credito vantato con il Comune competente. Sarà compito delle banca, una volta ricevuta la richiesta, versare all’impresa l’importo corrispondente.

Nel momento in cui l’istituto riceverà l’importo da parte dell’Ente debitore, provvederà a sua volta a versarlo sul fondo.

Carlo Alberto Roncarati, presidente della Camera di Commercio, illustra la nascita del fondo di rotazione con queste parole:

«Obiettivo del fondo è quello di consentire, senza alcun costo (né per spese bancarie né per interessi), l’incasso di crediti certi, liquidi ed esigibili, del valore massimo di 15.000 euro oltre IVA, già scaduti, vantati da imprenditori ferraresi nei confronti dei Comuni della provincia impossibilitati ad onorare gli impegni contrattuali per i vincoli posti dal patto di Stabilità.»

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali