RSI: in Liguria nasce Registro imprese responsabili

di Teresa Barone

scritto il

Registro dei datori di lavoro responsabili in Liguria: per le imprese attive nella RSI, inoltre, sono previsti 150 milioni di euro in finanziamenti mirati a incentivare i comportamenti socialmente responsabili.

La Regione Liguria ha attivato il registro delle imprese regionali socialmente responsabili, un elenco dei datori di lavoro che avviano iniziative a favore della sicurezza, salute, benessere dei lavoratori e politiche di conciliazione lavoro famiglia.

Il progetto è nato in collaborazione con l’Agenzia Liguria Lavoro e le pubbliche amministrazioni locali e partirà con una sperimentazione di sei mesi a giugno 2012.

Registro imprese responsabili

«Il Registro è stato impostato come un processo dinamico di autovalutazione che le aziende e gli Enti pubblici possono intraprendere per migliorare le loro strategie e la loro gestione in un’ottica di responsabilità sociale», come ha spiegato l’assessore regionale al lavoro Enrico Vesco.

Le imprese saranno valutate secondo cinque aree che riguardano rispettivamente:

  1. governo dell’organizzazione,
  2. ambiente di lavoro,
  3. mercato,
  4. ambiente,
  5. comunità locale.

Per gli enti pubblici, invece, le procedure di valutazione riguarderanno:

  1. rendicontazione e trasparenza,
  2. valorizzazione del capitale umano,
  3. tutela ambientale e gestione sostenibile,
  4. relazione con i fornitori.

Per proporre la propria candidatura ed effettuare l’iscrizione, le imprese possono accedere al portale Responsabilitasocialeinliguria.it.

Le imprese liguri sono dunque invitate a iscriversi al registro dei datori di lavoro responsabili previsto dalla legge regionale 30 del 2007 sulla sicurezza e la qualità del lavoro, e creato al fine di incentivare i comportamenti socialmente responsabili delle imprese.

Bando imprese sostenibili

Dalla Regione Liguria è stato attivato anche un nuovo bando a favore delle micro, piccole e medie imprese che adottano comportamenti socialmente responsabili, grazie a un plafond di 150 milioni di euro.

Le agevolazioni consistono nella concessione di un finanziamento fino a 12 mila euro per coprire le spese sostenute per realizzare interventi di responsabilità sociale.

Il bando è pubblicato sul sito della Regione Liguria