Tratto dallo speciale:

Confidinsieme per l’accesso al credito delle Pmi

di Redazione PMI.it

scritto il

Dall'unione dei Confidi del Lazio nasce Confidinsieme, un nuovo organismo volto a sostenere l'accesso al credito delle Pmi, attraverso i Fondi di garanzia.

Accesso al credito: i Confidi del Lazio uniscono le forze per potenziare il proprio ruolo e dare maggiore efficacia al sistema delle garanzia rivolto verso le Pmi. L’organismo che concretizza questa collaborazione si chiama Confidinsieme e ha già iniziato ad operare sul territorio firmando una convenzione con Unicredit per dare vita ad un nuovo Fondo di garanzia del valore di 6 milioni di euro. In più sono in arrivo ulteriori convenzioni con altri istituti bancari.

Il Fondo di garanzia

I finanziamenti che potranno essere garantiti dai Confidi attraverso il Fondo di garanzia sono esclusivamente quelli a medio-lungo termine, ovvero con durata superiore ai 18 mesi.

A stanziare le risorse è la Regione Lazio, facendo ricorso ai Fondi Strutturali europei POR FESR Lazio 2007-2013 per il sostegno all’accesso al credito e quindi alla crescita delle piccole e medie imprese del territorio, attraverso i confidi e i fondi di garanzia e altre forme di credito innovative.

Investimenti ammissibili

Sono ammissibili gli investimenti in beni materiali ed immateriali per la sede legale e/o operativa; riequilibrio finanziario dell’impresa inserito in un più ampio progetto di sviluppo dell’impresa; capitalizzazione dell’impresa.

Confidinsieme

Un patrimonio complessivo superiore ai 24 milioni di euro; 8.700 garanzie all’attivo, per un valore superiore a 125 milioni di euro; oltre 26.800 le piccole e medie imprese associate; circa 120 milioni di euro di finanziamenti previsti con il nuovo Fondo di garanzia.

Sono questi i numeri di Confidinsieme, al quale fanno parte: Coopfidi, Artgiancoop Frosinone, Artigiancoop Viterbo, ASCOMFIDI Latina, ASCOMFIDI Rieti, Fidit Alto Lazio, Imprefidi Lazio, Fidimpresa Viterbo, Confidi Lazio, Confesercenti Fidi Lazio, CIA Agricredito e Garanzia Artigiane Latina.

La gestione del fondo di garanzia sarà gestita attraverso un’associazione temporanea d’impresa (ATI) dai confidi aderenti.