Tratto dallo speciale:

Accordi innovazione: rifinanziamento e nuovo sportello per le imprese

di Alessandra Gualtieri

scritto il

Accordi innovazione: 250 milioni di nuove risorse per i progetti presentati a maggio, a dicembre altri 500 milioni per l'apertura del secondo sportello.

Nuova tranche di risorse per gli Accordi per l’innovazione: il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato ulteriori 250 milioni di euro per finanziare i progetti già presentati lo scorso maggio dalle imprese nell’ambito del primo sportello ma poi rimasti senza copertura per esaurimento fondi.

A dicembre, inoltre, è previsto un secondo sportello finanziato con ulteriori 500 milioni, nell’ambito delle risorse PNRR.

Vediamo tutto.

Progetti per l’Innovazione

La misura finanzia progetti riguardanti attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale, finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali (KETs) nell’ambito delle seguenti aree di intervento (secondo Pilastro del Programma quadro di ricerca e innovazione “Orizzonte Europa”, di cui al Regolamento (UE) 2021/695 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 aprile 2021):

  • Tecnologie di fabbricazione
  • Tecnologie digitali fondamentali, comprese le tecnologie quantistiche
  • Tecnologie abilitanti emergenti
  • Materiali avanzati
  • Intelligenza artificiale e robotica
  • Industrie circolari
  • Industria pulita a basse emissioni di carbonio
  • Malattie rare e non trasmissibili
  • Impianti industriali nella transizione energetica
  • Competitività industriale nel settore dei trasporti
  • Mobilità e trasporti puliti, sicuri e accessibili
  • Mobilità intelligente
  • Stoccaggio dell’energia
  • Sistemi alimentari
  • Sistemi di bioinnovazione nella bioeconomia dell’Unione
  • Sistemi circolari

I progetti devono prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a 5 milioni di euro, avere durata non superiore a 36 mesi ed essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazioni.

Rifinanziamento primo sportello

A dicembre si aprir poi un secondo sportello, con una dotazione finanziaria di ulteriori 500 milioni di euro a valere sul Fondo nazionale complementare al PNRR.

La dotazione iniziale prevista dal Fondo nazionale complementare al PNRR era pari a 500 milioni, poi integrati con altri 591 milioni (con Decreto MiSE del 25 maggio 2022) al fine di procedere con lo scorrimento in graduatoria dell’elenco delle proposte progettuali e ammettendone alla fase di valutazione altre 80 rispetto a quelle già in istruttoria.

Agevolazioni concedibili

Le agevolazioni sono concesse in forma di contributo diretto e finanziamento agevolato nel rispetto dei seguenti limiti e criteri:

  • contributo al 50% per la ricerca industriale e al 25% per lo sviluppo sperimentale;
  • finanziamento massimo 20% dei costi ammissibili di progetto.

Nel caso in cui il progetto sia realizzato in forma congiunta, il Ministero riconosce a ciascuno dei soggetti proponenti una maggiorazione del contributo fino a 10 punti percentuali per le PMI e Organismi di ricerca e 5 punti percentuali per le grandi imprese.

L’apertura del secondo sportello

Dopo la nuova iniezione di risorse (250 mln) volte a soddisfare ulteriori richieste di finanziamento relative al primo sportello, a dicembre apre il nuovo sportello.

Per l’inoltro delle domande di agevolazione si potrà utilizzare la procedura disponibile nel sito web del Soggetto gestore (https://fondocrescitasostenibile.mcc.it) a valere sull’intervento “Decreto ministeriale 31 dicembre 2021 – Accordi per l’innovazione”, ricorrendo invece all’indirizzo info_domandefcs@mcc.it per informazioni sulla presentazione dei progetti.

Per i soli quesiti di natura normativa è attivo l’indirizzo email: accordi.innovazione@mise.gov.it oltre alle FAQ online sul sito del Ministero.