Sisma Bonus: cumulabilità e asseverazione tardiva

di Redazione PMI.it

scritto il

Sisma Bonus: cumulabilità con i contributi per la ricostruzione privata e accesso alla detrazione in caso di presentazione tardiva dell'asseverazione.

Due importanti chiarimenti sul Sisma Bonus sono arrivati dall’Agenzia delle Entrate in risposta ad altrettanti interpelli mediante i quali i contribuenti hanno chiesto chiarimenti sulla possibile cumulabilità tra i contributi per la riparazione di edifici lesi da eventi sismici e la detrazione per interventi finalizzati alla riduzione del rischio sismico e sulla possibilità di fruire del beneficio quando al progetto di intervento per la riduzione del rischio sismico non venga allegata tempestivamente l’asseverazione richiesta.

=> Guida fiscale al Sisma Bonus

Cumulabilità Sisma Bonus

Con la Risposta n. 61/2019 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla cumulabilità tra contributi erogati per la ricostruzione privata in territori colpiti da eventi sismici e le detrazioni fiscali finalizzate alla riduzione del rischio sismico di cui all’art. 16, D.L. n. 63/2013 (Sisma Bonus).

Il contribuente, nel caso specifico, aveva realizzato alcuni interventi volti al ripristino dei danni su un edificio leso da eventi sismici del 2009, per i quali ha ottenuto un contributo negli anni 2009-2010, e ora vorrebbe realizzare un intervento sull’intero edificio finalizzato alla riduzione del rischio sismico.  In questo caso l’Agenzia ritiene che i due incentivi siano compatibili e quindi cumulabili.

=> Danni sisma: le misure 2019

Asseverazione tardiva

Con la Risposta n. 64/2019 le Entrate hanno risposto al quesito relativo ad un contribuente che aveva iniziato una ristrutturazione edilizia di un immobile sito in un Comune rientrante in uno di quelli a rischio sismico, chiedendo all’Amministrazione locale il “permesso a costruire” in luogo della SCIA, in quanto a seguito di tali lavori si verifica un parziale cambio di destinazione del primo piano, da abitativo a commerciale.

In più l’asseverazione prevista dalla norma per l’accesso al Sisma Bonus non era stata allegata congiuntamente alla presentazione del permesso a costruire presso lo sportello unico. La presentazione tardiva dell’asseverazione, chiariscono le Entrate, in base a quanto previsto dal D.M. n. 58/2017, esclude purtroppo la possibilità di ottenere la detrazione fiscale.