Verona: incentivi PMI per progetti di innovazione tecnologica

di Roberto Rais

scritto il

La Camera di Commercio di Verona ha reso disponibili nuovi contributi indirizzati alle imprese che hanno la sede legale e/o l’unità operativa locale all’interno del territorio della provincia di Verona, e che desiderino realizzare progetti di innovazione tecnologica.

Per poter partecipare al bando, è necessario che il richiedente rivesta lo status di micro, piccola o media impresa, sia attiva, sia in regola con le iscrizioni al Registro delle Imprese e/o REA e agli albi, ruoli e registri camerali, obbligatori per le relative attività e non sia sottoposta a procedure concorsuali o a liquidazione, e non trovarsi in stato di difficoltà.

=> Incentivi innovazione tecnologica alle PMI di Verona

Ancora, ricordiamo che l’impresa non deve aver ottenuto – nell’ambito delle stesse iniziative o nei programmi realizzati – dei benefici finanziari dalla Camera di Commercio, dallo Stato, dalla Regione o da altri enti pubblici, anche per il tramite di enti privati, con esclusione delle eventuali agevolazioni fiscali previste da norme nazionali sugli investimenti.

=> EXPO 2015 e Turismo: seminario a Verona

Per quanto attiene le spese considerate ammissibili a beneficio, gli oneri possono essere sostenuti per l’inserimenti di metodologie di progettazione automatica collegata con il processo produttivo, inserimento di tecniche di automazione di fabbrica supportate da elaboratore, di metodologie di controllo globale della qualità di prodotto, di inserimento di nuove tecnologie all’interno di processi o prodotti tradizionali tecnologicamente maturi.

Le domande potranno essere presentate in via telematica entro il 4 febbraio, leggendo le istruzioni contenute nel presente bando.