Finanziamenti Salute e Sicurezza sul Lavoro: i nuovi bandi

di LavoroImpresa

scritto il

Si va dai 570.000 euro della Valle d'Aosta ai 27 milioni della Lombardia per complessivi 155 milioni di euro. È la somma che le imprese che investono sulla sicurezza potranno spartirsi fino al 14 marzo 2014.

Il finanziamento è erogato per la realizzazione di interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il beneficio ottenibile è pari al 50% dei costi del progetto, con un minimo di 5.000 euro e un massimo di 100.000 euro.

=>Scopri i bandi 2013 per finanziare salute e sicurezza sul lavoro


Incentivi alla sicurezza

All’INAIL è affidato il compito di finanziare, con risorse proprie, progetti di investimento e di formazione in materia di sicurezza sul lavoro in particolare a favore delle micro imprese e delle PMI:

Risorse disponibili

Per il 2013 sono disponibili risorse pari a 155,352 milioni di euro ripartiti in budget regionali. Di questi 9,102 milioni sono destinati a finanziamenti di progetti relativi all'adozione di modelli organizzativi per la gestione della sicurezza e 146,250 milioni per finanziare progetti di investimento (come ad esempio investimenti strutturali o macchine), adozione di un sistema di responsabilità  sociale certificato SA8000, modalità  di rendicontazione sociale asseverata da terza parte indipendente.

L'incentivo è costituito da una quota in conto capitale pari al 50% dei costi, per un importo minimo di 5.000 euro e massimo di 100.000 euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità  sociale non è fissato alcun limite minimo di spesa.

Anticipi di spesa

Per i progetti che comportano contributi pari o superiori a 30.000 euro è possibile richiedere un'anticipazione del 50% del finanziamento.

Come richiedere il finanziamento

Per richiedere il finanziamento è necessario compilare la domanda on line. L'applicazione è accessibile dal sito internet dell'Inail dal 15 gennaio al 14 marzo 2013. Le imprese, dopo aver provveduto a registrare i propri dati, avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà  l'inserimento e l'invio della domanda. Questa procedura sarà  effettuata in tre tappe differenti.

Nella prima tappa si dovrà  compilare la domanda e si dovranno valutare le caratteristiche dell'impresa e del progetto. Infatti, affinché il bonus sia fruibile è necessario che le caratteristiche dell'impresa e del progetto siano tali da determinare il raggiungimento di un punteggio minimo di ammissibilità  pari a 120.

=> Leggi consigli e incentivi INAIL

Nella seconda tappa le imprese che avranno superato il punteggio minimo di ammissibilità  dovranno scaricare, a partire dal prossimo 18 marzo, un codice identificativo.
La terza tappa prevede, a partire dall'8 aprile, la pubblicazione della data di invio della domanda online.
Tutte le domande inserite, munite di codice identificativo, salvate e non modificabili potranno essere inoltrate. La data e l'ora di apertura e chiusura dello sportello informatico per l'inoltro delle domande saranno pubblicate sul sito dell’INAIL.

Gli elenchi, in ordine cronologico di tutte le istanze, saranno pubblicati sul sito INAIL entro sette giorni dalla chiusura dell'ultima sessione di invio online.