Crisi Economica

Tutto quello che devi sapere sulla crisi economica che ha investito l'Italia, e non solo, a partire dal 2008. Su PMI.it trovi notizie aggiornate e approfondimenti in merito a:

riforme, soluzioni proposte e provvedimenti anti-crisi, dati su crescita economica e sviluppo produttivo, disoccupazione e conseguenze per imprese, privati e lavoratori di fronte all’attuale periodo di recessione economica e finanziaria.

Le previsioni sul quanto potrà ancora durare questa fase di depressione economica e in che modo l'Italia saprà ripartire.

Tasse in aumento, punti deboli del federalismo

Tasse sulle PMI In sei anni di recessione sono salite sia le imposte locali sia quelle nazionali, per un totale di oltre 29 miliardi di euro (+6,5%). I calcoli sono della CGIA di Mestre, che rileva una crescita delle tasse locali del 6,1% e di quelle centrali dell'8%. L'incremento riguarda l'intero panorama fiscale, ovvero IRPEF, IVA, IRES e IMU con l'unica eccezione dell'IRAP, che invece è scesa del 13%. Il conto più salato è quello dell'IMU-TASI: rispetto alla vecchia ICI, le tasse sulla casa dal 2010 sono aumentate del 120%. => Tasse locali: tutti gli aumenti In valore assoluto, le tasse...

Crisi da indebitamento: sostegno a Teramo

Crisi e debiti È stato istituito a Teramo il primo Organismo di Composizione di Crisi da Sovraindebitamento, costituito presso l’Ordine dei Dottori Commercialisti e mirato a fornire supporto a coloro che si trovano in difficoltà economica tanto da non riuscire a ripagare i loro debiti. => Crisi d’impresa e insolvenza, la riforma Una risorsa per sostenere non solo le imprese ma anche i consumatori con debiti, come spiega il presidente dell’Ordine Alberto Davide: «Fra le situazioni debitorie che attanagliano il Paese non tutte rientrano nella legge fallimentare: per accedere a...

PMI di successo, le strategie anti-crisi

made in italy La crisi di questi anni è stata dura, soprattutto per le PMI. Molte le fabbriche chiuse o delocalizzate per abbattere i costi a fronte di fatturati sempre più ridotti. Secondo una ricerca della Cgia, l’Associazione Artigiane e Piccole Imprese di Mestre, la contrazione dei consumi e la crescente delocalizzazione registrata tra il 2000 e il 2010 (+65%) ha portato a una perdita stimata di 40 mila posti di lavoro, soltanto nel Triveneto. Alcune medie imprese, però, da questa crisi ne sono uscite rafforzate, hanno conquistato nuovi clienti e aumentato il...

Meno tasse, meno evasione in Italia: Report OCSE

Evasione L'Italia è tornata a crescere e migliora il mercato del lavoro, ma deve affrontare una disoccupazione ancora molto elevata, abbassare le tasse, in genere migliorare l'efficienza del sistema fiscale e combattere l'evasione: sono le conclusioni sul nostro Paese del rapporto OCSE "Going for growth", che registra  ancheuna frenata nel processo di riforma a livello internazionale negli anni dal 2013 al 2015. => Più tasse ai privati, meno alle imprese Per quanto riguarda in particolare l'Italia, l'organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo rileva come dopo la crisi, l'economia del...

Professionisti: in Italia guadagni a picco

Professionisti Crisi nera per i professionisti: i redditi tra il 2007, anno di inizio della crisi economica, e il 2014 sono crollati a picco con un reddito medio degli iscritti alle Casse previdenziali in flessione, in termini reali, del -18,35%. È quanto emerge dal V Rapporto dell'Adepp, Associazione degli enti previdenziali privati che conta 1.469.637 iscritti, presentato in questi giorni a Roma. => Partite IVA a rischio povertà Reddito per categoria Ad essere in crisi sono soprattutto alcune categorie di professionisti quali: biologi, consulenti del lavoro, notai, psicologi, avvocati,...

Più tasse ai privati, meno alle imprese

OCSE Per effetto della crisi, dal 2007 ad oggi, le entrate fiscali generate dalle imprese sono diminuite e per recuperare il gettito mancante ad essere aumentate sono state le imposte sui consumi. A confermarlo è stata l'OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico): il valore delle tasse versate dalle imprese è sceso di quasi un punto percentuale negli ultimi sette anni arrivando a toccare il 2,8% del PIL, contro il 3,6% registrato nel 2007, in parallelo è cresciuta la pressione fiscale sui privati. => Pensioni in Italia: rapporto OCSE e novità 2015 Più in...

Passaggio generazionale nelle PMI del Nord Est

Passaggio generazionale Il passaggio generazionale nelle imprese familiari del Nord Est non arriva oltre la terza generazione: lo rivela uno studio promosso da PricewaterhouseCoopers dal quale si evince come la successione si protrae di padre in figlio solo fino a questo limite solo nel 12% dei casi. => Imprese familiari: come gestire il passaggio generazionale Imprese familiari e crisi I dati relativi al passaggio generazionale nelle PMI del Nord Est non sono ottimali, considerando che meno di un terzo delle aziende a conduzione familiare sopravvive al ricambio di generazione, mentre solo un quinto si...

Imprese del Commercio: i numeri della ripresa

Ripresa economica Alcuni dati della Confcommercio sembrano segnalare una lieve ripresa nel 2015, in decisa controtendenza con le stime previste per questo periodo. In particolare sono due gli aspetti sicuramente da evidenziare: il primo è diffuso dall'Ufficio Studi di Confcommercio e riguarda un trend positivo nella natalità delle imprese nel commercio, mentre il secondo deriva dall'Outlook 2015 Confcommercio-Censis, che evidenzia come per la prima volta dall’inizio della crisi economica, le famiglie che hanno aumentato la propria capacità di spesa sono più numerose di quelle che l’hanno...

Crisi aziendale: prevenzione e valutazione

Crisi La crisi, lo abbiamo imparato, non è un'entità astratta ma una minaccia esistente con effetti diretti sulle aziende. Occorre quindi adottare opportune strategie fin dai primi segnali, perchè più tempo passa e meno sarà reversibile. Ma come sapere se un'azienda sta entrando in crisi? Attraverso alcuni indicatori e una semplice formula. => Crisi aziendale: risanamento, cessione, fallimento Business plan Ogni imprenditore, fin dall'avvio d'impresa, deve tenere conto di eventuali periodi di disequilibrio finanziario, con conseguente calo di vendite, riduzione degli ordinativi e...

Siderurgico: serve sostegno al credito

Siderurgico Si interrompe, dopo un lungo periodo, la fase di contrazione del settore siderurgico italiano che resta tuttavia caratterizzato da livelli d’insolvenza e fallimenti stabili nel medio termine tali da far rimanere alto l’indebitamento complessivo del settore, con tempi medi di pagamento a oltre 90 giorni. => Export Made in Italy: nuovi segnali di ripresa Nel dettaglio, nell'ultimo anno la contrazione del settore siderurgico italiano è stata del -1,6% e nei due anni precedenti la contrazione della domanda interna ha interessato negativamente tutti i livelli produttivi del settore...

X
Se vuoi aggiornamenti su Crisi economica

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy