Congedo Parentale

Voucher asilo nido e baby sitter: la domanda INPS 2016

Asilo Nido Disponibili i voucher asilo nido e baby sitter 2016: l'INPS ha pubblicato l'avviso con le istruzioni per la domanda, che si può presentare fino al 31 dicembre. Si tratta di un contributo di 600 euro al mese, per un periodo massimo di sei mesi, da utilizzare per servizi di baby sitting o per l'infanzia (pubblici o strutture private accreditate). Introdotto in via sperimentale per gli anni 2012-2015 dalla riforma del Lavoro Fornero (articolo 4, comma 24, lettera b, legge 92/2012), il bonus è stato prorogato per il 2016 dalla Legge di Stabilità. L'INPS accoglierà le domande fino a...

Congedo parentale a ore: domanda e istruzioni INPS

Arriva la tanto attesa circolare INPS con le istruzioni sul congedo parentale a ore. Dopo che il Jobs Act ha esteso a tutti i lavoratori dipendenti il congedo parentale a ore e dopo l'aggiornamento nello scorso luglio del sistema al fine di accogliere le richieste online, la circolare INPS n. 152/2015 ha fornito le istruzioni per fruire del congedo parentale su base oraria fino ai 12 anni del figlio, con retribuzione del 30% fino ai 6 anni. Il Dlgs 80/2015 ha infatti esteso tale diritto in costanza di rapporto di lavoro anche in mancanza di specifica previsione contrattuale, almeno per il 2016. Durata E' possibile alternare e sommare le due formule di congedo,...

Voucher baby-sitting per autonome e imprenditrici

Asilo Nido Arriva con la Legge di Stabilità 2016 l'estensione del voucher per baby-sitter e asili nido alle madri lavoratrici autonome e alle imprenditrici, che avranno la possibilità di richiedere i buoni per l’acquisto di servizi di baby sitting oppure un contributo per fare fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati. La novità è frutto di un emendamento approvato dalla Commissione Bilancio della Camera. => Voucher e servizi infanzia: istruzioni INPS Voucher baby-sitting In pratic,a alle imprenditrici e alle autonome viene...

Congedi parentali: guida alla domanda INPS online

Servizi online INPS Il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice durante il periodo di gravidanza o affidamento/adozione di minore (5 mesi), mentre il congedo di paternità è obbligatorio per 1 giorno (dal 2016 dovrebbe raddoppiare) o facoltativo per 2 giorni (ma in alternativa  a quello della madre). Il congedo parentale è invece il periodo di astensione facoltativa che entrambi i genitori possono richiedere fino al compimento degli 12 anni di età del bambino per 10 mesi complessivi (massimo sei mesi per ciascuno). I congedi obbligatori...

Congedo del padre lavoratore: la domanda INPS online

Congedo parentale In attesa che diventi definitivo il raddoppio del congedo obbligatorio (2 giorni) per il padre lavoratore, vediamo intanto come si compila la domanda di congedo parentale facoltativo dopo che la Riforma Monti-Fornero (legge 92/2012) ha introdotto una versione il congedo facoltativo alternativo a quello della madre, fruibile dal dipendente entro e non oltre il quinto mese di vita del figlio, per eventi di parto, adozione e affidamento avvenuti da gennaio 2013. Durata: due giorni anche non continuativi, condizionati alla scelta della madre lavoratrice di non fruire di altrettanti...

Lavoro notturno: nuove tutele con il Jobs Act

Lavoro notturno Con il decreto legislativo n. 80/2015 (misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro), in attuazione di quanto previsto dal Jobs Act, il Governo ha inteso estendere il divieto di lavoro notturno anche ai genitori adottivi e affidatari, in particolare alla lavoratrice e madre adottiva o affidataria di un minore, o alternativamente al padre, nei primi tre anni dall’ingresso del minore nella famiglia e comunque non oltre il compimento del dodicesimo anno di età. => Lavoro notturno: obblighi, limiti e sanzioni Lavoro notturno Per lavoro notturno si intende...

Guida al nuovo congedo parentale a ore

maternità La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro fornisce una guida pratica alle novità del congedo parentale a ore dopo la riforma del Jobs Act. Il Dlgs 80/2015 ha infatti introdotto la possibilità di fruire del congedo parentale a ore anche in mancanza di specifica previsione contrattuale; inizialmente disponibile solo dal 25 giugno al 31 dicembre 2015, è stato reso strutturale, in costanza di rapporto di lavoro con diritto alla retribuzione (non è pertanto fruibile e indennizzabile oltre la cessazione del rapporto di lavoro e nelle giornate in cui non sussista obbligo di attività...

Congedo parentale a ore: cumulabilità con permessi

congedo parentale Il congedo parentale a ore esteso dal Jobs Act (Dlgs 80/2015) a tutti i dipendenti non è cumulabile con i permessi di maternità utilizzati nella stessa giornata lavorativa ma si può sommare con quelli fruiti per disabilità e assistenza ai familiari: lo chiarisce l'INPS con il Messaggio n.6704 del 3 novembre, che fa seguito alla Circolare n.152 del 18 agosto 2015 contenente le regole attuative per fruire del congedo parentale a ore e fa il punto sulla sua applicazione pratica, in linea con il dettato delle novità di cui all'articolo 7 del Dlgs 80/2015: «la fruizione su base...

Welfare e congedo parentale: la mappa nazionale

Congedo parentale Cresce la percentuale di padri italiani che fa ricorso al congedo parentale in occasione della nascita di un figlio, seppure con evidenti disparità territoriali: una recente indagine promossa da Assiteca, in vista del’edizione 2015 del premio dedicato alle iniziative di welfare delle imprese nazionali, mostra infatti come la Sicilia vanti il maggior numero di papà che beneficiano dell’agevolazione (34,7%), contro la media nazionale pari al 12%. => Welfare in azienda: Premio Assiteca 2015 Congedo parentale in Italia Se la Sicilia occupa il primo posto tra le Regioni che si...

Jobs Act, in vigore gli ultimi decreti

Lavoro Gli ultimi quattro decreti attuativi del Jobs Act sono in Gazzetta Ufficiale, con entrata in vigore il 24 settembre. Ammortizzatori sociali, semplificazioni, politiche attive, attività ispettiva: questi i provvedimenti che mancavano all'appello ed ora operativi, completando definitivamente l'iter della Riforma del Lavoro. =>Jobs Act: gli ultimi quattro decreti della Riforma Lavoro Fra i primi effetti, diventano strutturali tutte le misure di flessibilità per la conciliazione vita lavoro introdotte con il decreto 80/2015, che limitava la sperimentazione al 2015. Quindi diventano...

X
Se vuoi aggiornamenti su Congedo parentale

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy