Congedo Parentale

Congedo parentale: Guida INPS per collaboratori e professionisti

Congedo parentale, circolare Inps per co co pro e autonomi Il congedo parentale è un diritto di cui possono godere anche i collaboratori a progetto ed i liberi professionisti iscritti alle gestioni separate, anche se con regole diverse da quelle dei dipendenti: misura dell'indennità e istruzioni per l'accesso al beneficio sono contenuti nella circolare INPS n.77 del 13 maggio 2013 in riferimento al congedo parentale facoltativo - da non confondere con la maternità (obbligatoria per le dipendenti -  e che comunque ha regole diverse anche per i parasubordinati. => Il congedo parentale: normativa e applicazione Il congedo parentale degli...

Congedo del padre lavoratore: la domanda INPS online

Congedo parentale Vediamo come si compila la domanda di congedo parentale facoltativo per il padre lavoratore, in caso di pagamento INPS dell’indennità, dopo che la Riforma del Lavoro Monti-Fornero (legge 92/2012) ha istituito il congedo obbligatorio di un giorno per i padri nonché uno facoltativo ma alternativo a quello della madre, fruibile dal dipendente entro e non oltre il quinto mese di vita del figlio, per eventi di parto, adozione e affidamento avvenuti da gennaio 2013. Durata: due giorni anche non continuativi, condizionati alla scelta della madre lavoratrice di non fruire di altrettanti...

Ddl Riforma Lavoro: il nuovo Jobs Act punto per punto

Senato I capitoli del Ddl Delega di riforma del lavoro (cuore del Jobs Act) restano invariati ma riformulati in un nuovo testo, il maxi-emendamento del Governo Renzi che ha ottenuto la fiducia al Senato e rappresenterà la base di discussione al prossimo passaggio alla Camera. Vediamo dunque in dettaglio le novità rispetto alla formulazione precedente in materia di riordino dei contratti, ammortizzatori sociali, politiche attive, semplificazioni amministrative, sostegno alla genitorialità e conciliazione lavoro-famiglia. => Riforma Lavoro: approvato il maxi-emendamento Contratti Per le...

Congedi parentali: guida alla domanda INPS online

Servizi online INPS Il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice durante il periodo di gravidanza o affidamento/adozione di minore (5 mesi), mentre il congedo di paternità è obbligatorio per 1 giorno o facoltativo per 2 giorni (ma in alternativa  a quello della madre). Il congedo parentale è invece il periodo di astensione facoltativa che entrambi i genitori possono richiedere fino al compimento degli 8 anni di età del bambino, per 10 mesi complessivi (massimo sei mesi per ciascuno). I congedi obbligatori sono retribuiti all’80%...

Il congedo parentale per malattia del figlio

Congedo parentale Nell'ambito dei congedi parentali, in questo articolo analizziamo un tema che riguarda le assenze dal lavoro per motivi familiari: i congedi per malattia del figlio, intendendosi come malattia: “La modificazione peggiorativa dello stato di salute e più precisamente qualsivoglia alterazione anatomica e funzionale dell’organismo, anche localizzata, e per ciò non impegnativa dalle condizioni organiche generali” (Ministero del Lavoro, Circolare 79/1976). => Congedo Parentale: la disciplina e le novità Il congedo Il D.Lgs. 151/2001 (Testo unico in materia di sostegno della...

Congedo parentale: a ore, durata e indennità

Congedo Parentale In Italia il congedo parentale è disciplinato dagli artt. 32-38 del DLgs 151/2001 (Testo unico delle disposizioni legislative in materia di sostegno della maternità e paternità), integrati dall’art. 1, co. 339, L. 228/2012 in recepimento della Direttiva 2012/18 UE, che ha chiesto a Stati membri e parti sociali di accordare il congedo parentale a tempo pieno, parziale, in modo frammentato o in forma di credito di tempo, tenendo conto delle esigenze di datori di lavoro e lavoratori. Congedo a ore Nonostante la norma sulla conciliazione lavoro e famiglia sia in vigore, l'applicazione...

Contributi congedi parentali in Piemonte

Congedo parentale La Regione Piemonte ha attivato un bando per incentivare la fruizione di congedi parentali da parte dei padri lavoratori, sostenendo così l’occupazione femminile e il ritorno al lavoro delle donne dopo la maternità. => Scopri la nuova normativa sui congedi parentali Attraverso i contributi regionali, infatti, i padri lavoratori residenti in Piemonte e dipendenti del settore privato possono fruire in tutto o in parte del congedo parentale al posto delle madri lavoratrici dipendenti. Contributi congedo parentale Le richieste di incentivo devono essere inoltrate dai padri...

Congedo di paternità: moduli e istruzioni INPS

Congedo paternità, i modelli Inps Ecco le istruzioni INPS per ottenere il congedo di paternità riservato ai lavoratori padri (anche adottivi e affidatari) dalla Riforma del Lavoro Fornero, in via sperimentale per il  2013-2015 (articolo 4, comma 24, lettera a, legge 92/2012), durante il quale si percepisce un'indennità pari al 100% della retribuzione soggetta a tassazione corrente (leggi di più). Il congedo obbligatorio di un giorno è un diritto autonomo, indipendente da quello della madre e riconosciuto anche al padre che ne fruisce al suo posto (articolo 28 del dlsg 151/2001). Il congedo facoltativo (uno o due...

Congedo parentale a ore: sì ai contratti di II livello

Chiarimenti del Ministero sulla fruizione del congedo parentale su base oraria Via libera al congedo parentale su base oraria da parte del Ministero del Lavoro, in risposta all’interpello n. 25/2013 avanzato da CGIL, CISL e UIL.Il pronunciamento concede alla contrattazione collettiva di 2° livello di disciplinare le modalità di fruizione del congedo a ore previsto dall’art. 1, comma 339, L. n. 228/2012 (Legge di Stabilità 2013). => Leggi: Congedo Parentale, disciplina e novità Il Ministero ha chiarito che «non vi sono motivi ostativi ad una interpretazione in virtù della quale i contratti collettivi abilitati a disciplinare “le modalità di fruizione...

Contributi e voucher per lavoratrici madri

Voucher baby sitter e nido, ultimo giorno bando Inps Primo bilancio (negativo) per la nuova misura introdotta in via sperimentale per gli anni 2013-2015 dalla Riforma del Lavoro (art. 4, comma 24, lettera b, della legge 92/2012)  - voucher per servizi di baby sitter o contributo mese per l'asilo nido - in favore delle lavoratrici madri, in alternativa al congedo parentale. Le strutture convenzionate (che in base alla norma dovevano presentare specifica richiesta) sono solo 2.025, ossia meno della metà dei nidi privati in Italia (a cui si aggiunge la rete di 3.700 strutture pubbliche). L'alternativa all'asilo - se quello di...

X
Se vuoi aggiornamenti su Contributi e voucher per lavoratrici madri

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy