Congedo Parentale (Maternità Facoltativa): guida - PMI.it

Congedo Parentale

Il congedo parentale (o maternità facoltativa) è un istituto del diritto del lavoro italiano che prevede un periodo di assenza dal lavoro di un genitore di uno dei due genitori, solitamente la mamma.

Secondo la Legge, con modalità diverse a seconda del tipo di rapporto lavorativo, i genitori possano accedervi e assentarsi, in base a periodi prescritti dalla Legge stessa, dal lavoro. In alcuni casi l’assenza per congedo parentale è anche retribuita.

Scopo fondamentale della maternità facoltativa è quello di far sì che almeno uno dei due genitori possa stare accanto al bambino per soddisfarne a pieno i affettivi e relazionali.

Su PMI.it trovi tutte le informazioni utili per il congedo parentale, modalità e tempi, requisiti minimi per l’accesso, guida completa alla domanda, tutte le novità.

Maternità e Naspi, calcolo retribuzione

Vorrei sapere se, nel calcolo della Naspi, alla fine della maternità facoltativa viene contato questo periodo al 30% dello stipendio.

Congedo di maternità: sospensione per ricovero

Maternità Tra le novità introdotte dal Jobs Act di particolare interesse per i genitori lavoratori c'è la possibilità di sospendere il congedo di maternità in caso di bambino ricoverato in ospedale o presso altra struttura sanitaria, nel periodo fruizione del congedo obbligatorio. Finora il congedo doveva essere fruito consecutivamente, indipendentemente dalle condizioni di salute del bambino. Le modifiche apportate al Testo unico sulla maternità dal Jobs Act prevedono infatti la possibilità per la madre, qualora lo desideri, di scegliere di lavorare in quel periodo di tempo, per poi...

Permessi di lavoro retribuiti per assistenza e malattia

Assistenza-permessi Il dipendente del  pubblico o del privato ha diritto a una serie di permessi di lavoro giustificati e di  periodi di assenza retribuiti o non, più o meno brevi. Di seguito, una panoramica completa per ciascun caso. Permesso di 3 giorni Il lavoratore ha diritto a 3 giorni di permesso retribuiti nel corso di un anno per motivi specifici come il decesso o grave infermità del coniuge (anche se legalmente separato) e del parente entro il secondo grado, anche se non convivente. Nel computo non rientrano le festività e i giorni non lavorativi. Sono cumulabili con i permessi concessi ai...

Bonus Mamme e Asilo in stand by

Bonus Bebè Bisogna attendere le direttive INPS per il via libera al bonus mamme 2017 (800 euro una tantum per nascita o adozione), mentre per il nuovo Bonus Nido (mille euro per tre anni di asilo) serve un decreto attuativo: sono due novità previste dalla Legge di Stabilità, in entrambi i casi senza limiti di reddito e quindi spettanti a tutte le neo madri e famiglie. => Legge Stabilità 2017: il Pacchetto Famiglia Proroghe Il pacchetto famiglia in manovra contiene per prima cosa la proroga del: voucher baby sitter in alternativa al congedo parentale (600 euro mensili per nido o...

Congedo parentale, calcolo e requisiti

Ho un figlio di anni 6, compiuti ad agosto 2016. Ho usufruito fino ad oggi dei 6 mesi di congedo parentale estesi fino agli 8 anni del bambino per le lavoratrici madri che non superano i quindicimila euro l'anno di reddito. Se non erro, con la nuova legge si può usufruire del congedo fino ai 12 anni del bambino. Posso usufruire dei 5 mesi spettanti a mio marito, che non ne ha mai fruito?  

Paternità Autonomi, domanda INPS online

Paternità Con il Messaggio n. 3980/2016 l'INPS ha reso noto l'aggiornamento dell'acquisizione delle domande di maternità per via telematica integrandola con la possibilità di acquisire anche le domande congedo di paternità per i padri lavoratori autonomi, ai sensi della circolare 128 del 11/07/2016 (articoli 5, 15 e 16 del decreto legislativo n. 80 del 15 giugno 2015. Modifica degli artt. 28, 66 e 67 del T.U. maternità/paternità in materia di indennità per lavoratrici e lavoratori autonomi. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti). => Jobs Act autonomi: congedo parentale e...

Domanda INPS per congedo parentale

Sono in maternità obbligatoria e, tramite patronato, ho fatto richiesta per prolungare l'astensione lavorativa tramite il congedo parentale (un mese), ma erroneamente non ho dichiarato che mio marito nel frattempo ha usufruito già di 4 giorni del medesimo congedo. È possibile correggere o annullare la domanda e ripresentarla corretta? Con quale modalità?  

Congedo a ore: requisiti per studi professionali

Congedo parentale I dipendenti degli studi professionali che chiedono il congedo parentale a ore devono rispettare determinati vincoli: devono assicurare comunque almeno quattro ore giornaliere di attività lavorativa. A prevederlo è l’articolo 97 del nuovo Contratto Collettivo Nazionale degli studi professionali stipulato il 17 aprile 2015 e valido sino al 31 marzo 2018, sia per la parte economica che per quella normativa. => Studi professionali: le novità del contratto Tale articolo è volto a conciliare i tempi di lavoro e quelli famigliari, dando attuazione alla disposizione di cui al D.Lgs....

Licenziamento giusta causa e NASpI

Ho un contratto a tempo indeterminato con una cooperativa sociale e sto usufruendo dal 1 febbraio 2016 dei 6 mesi di congedo parentale per il mio primo figlio che compie 8 anni a settembre. Il 31 di luglio termino i sei mesi e poiché l'azienda è indietro di 5 mesi con gli stipendi pensavo dal 1 di agosto do presentare il licenziamento per giusta causa. Il mio dubbio è: avendo diritto ai due anni di disoccupazione, sulla base di quali importi verrà calcolato l'importo mensile della stessa? Sul 30% dello stipendio di questi sei mesi o sugli stipendi pieni? Sono assunta dal 2010.

Jobs Act autonomi: congedo parentale e maternità

Maternità Raddoppia il congedo parentale per i lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata, passando da tre a sei mesi, e diventa utilizzabile per i primi tre anni di vita del bambino: le novità sono contenute nel Jobs Act autonomi, il disegno di legge approvato dalla commissione Lavoro del Senato, atteso ora al dibattito in aula, che fra le altre cose potenzia il congedo parentale. => Congedo parentale: il preavviso è variabile Nel dettaglio, prevede che la lavoratrice o il lavoratore abbiano diritto a un periodo massimo pari a sei mesi per i primi tre anni di vita del bambino,...

X
Se vuoi aggiornamenti su Congedo parentale

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy