Società ?allargata?, una sfida per la PA

di Alessia Valentini

scritto il

"Coesione sociale, sussidiarietà, big society", la pubblica amministrazione si interroga sui temi della società allargata come paradigma di sviluppo, anche in risposta alla crisi. Il convegno di ForumPA.

Le risposte alla crisi economica e ai crescenti bisogni della collettività. Sono sfide che richiedono sforzi non solo da parte della pubblica amministrazione centrale e locale, ma anche di tutte le forze della società: settore pubblico al completo, imprese, terzo settore e cittadinanza organizzata. Se ne parlerà a Roma, nell’ambito del convegno dedicato a “Coesione sociale, sussidiarietà e big society” organizzato dal ForumPA in collaborazione con Cnel, Censis, Università Cattolica e Anci.

L’appuntamento è a Montecitorio, nella Sala della Lupa della Camera dei Deputati, il 15 dicembre per tutta la mattina a partire dalle 9,30.

L’obiettivo dell’iniziativa è iniziare un percorso di collaborazione fra tutti gli interessati che permetta implementare una interazione continua fra chi fruisce e chi progetta e realizza i servizi pubblici.

In questo modo si vuole intervenire sul paradigma noto e ritrito di pubblica amministrazione lontana e distante che offre servizi inutili, insufficienti o non graditi e cittadini passivi che non fruiscono a pieno, criticano e si lamentano. Con questo cambio di marcia tutti sono chiamati a contribuire al risultato che, condiviso fin dalla progettazione, potrà avere una resa migliore.

L’esempio di partenza può derivare dalla Big Society anglosassone, passando per l’“open government” e la Social Innovation, ma non va dimenticata  l’attenzione alla cooperazione, alla coesione sociale, alla visione solidaristica dello sviluppo, al volontariato che trovano il massimo coronamento nella Costituzione con il principio della Sussidiarietà.

Il confronto verterà sulla visione allargata della società con un programma fitto di interventi che seguiranno l’apertura dei lavori e il saluto di Gianfranco Fini, presidente della Camera.

Fra gli altri, Lorenzo Ornaghi ministro per i Beni e le Attività Culturali, in tema di Big Society illustrerà nuove forme partecipative e rappresentative. Antonio Marzano, presidente Cnel, illustrerà lo scenario di riferimento, Luca Antonini, ordinario di Diritto costituzionale all’Università di Padova e Vice Presidente Fondazione per la Sussidiarietà esporrà lo stato dell’arte sulla sussidiarietà discutendo le esperienze a confronto insieme a Graziano Delrio, presidente Anci e Sindaco di Reggio Emilia. Giovanni Pitruzzella, Presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato parlerà di Mercato e sussidiarietà mentre Andrea Manzella, ordinario di diritto costituzionale e Direttore del Centro di studi sul Parlamento dell’Università Luiss di Roma tratterà il tema di “Big Society o Big Government?”. Giuseppe De Rita presidente e Segretario generale della Fondazione Censis interverrà sulla Rappresentanza politica e sulla rappresentanza sociale. In chiusura Gianni Letta. Tutto il coordinamento degli interventi è affidato a Carlo Mochi Sismondi presidente di Forum PA.

Al convegno si può partecipare gratuitamente previa registrazione personale on line obbligatoria personale e non cedibile per ovvi motivi di sicurezza. Per lo stesso motivo l’accesso sarà consentito fino alle ore 9.15 con l’obbligo di esibire un documento di identificazione. Un ultimo accorgimento deriva dal dress code: poiché il convegno si svolge alla Camera per gli uomini sono richieste la giacca e la cravatta. Ma se siete donne andateci comunque in un elegante e sobrio tailleur!