Carta dei Diritti del Turista

di Stefano Gorla

scritto il

Il Ministro del Turismo ha realizzato una guida per consentire al turista di vivere la sua vacanza nel miglior modo possibile e, soprattutto,di sentirsi più garantito nei suoi diritti.

La Carta dei diritti del Turista, realizzata dal Ministro del Turismo, è una guida disponibile online in 7 lingue (Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Tedesco, Russo, Cinese) con lo scopo di informare in modo chiaro il turista sui suoi diritti e su come egli debba agire, in caso di inadempienza, per farli valere.

La guida riporta il riferimento all’abrogata seconda legge quadro del turismo (29 marzo 2001, n. 135) che all’ art. 4 aveva previsto questo documento per la promozione dei diritti del turista.

Dal 21 giugno 2011 è entrato in vigore il nuovo Codice del Turismo che ha abrogato la Legge 135/2001 e ha introdotto la Carta dei servizi.

Il riferimento su indicato è giustificato dalla datazione della pubblicazione della Carta dei Diritti, finita di stampare nel marzo 2011.

Entrando nel merito del documento, elaborato Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo in concorso con le Amministrazioni dello Stato interessate, le Regioni e le Province autonome, gli Enti, le organizzazioni imprenditoriali e sindacali del settore turistico nonché le associazioni nazionali di tutela dei consumatori, consente di orientarsi nelle norme che disciplinano il rapporto che deve instaurarsi fra turista, agenzie di viaggio e strutture ricettive.

La Carta considera i seguenti dieci temi:

1. “Orientamento e Informazione“: fornisce informazioni di carattere preliminare per l’organizzare un viaggio in sicurezza, con la garanzia di assistenza sanitaria e la conoscenza delle norme valutarie e doganali.

2. “Ospitalità“: considera le strutture ricettive, i contratti, i prezzi, la classificazione, la prenotazione. uso.

3. “Nautica da diporto“: analizza alcuni aspetti per la ricezione del servizio quali l’assicurazione, la locazione e il noleggio.

4. “Il viaggio organizzato: i pacchetti turistici“: riprende la normativa del Codice del Consumo ora inserita nel nuovo Codice del Turismo.

I Video di PMI