Oscar di Bilancio per la PA, parte l’edizione 2011

di Anna Nosari

scritto il

Torna l'Oscar di Blancio per la PA promosso da FERPI per premiare gli Enti che hanno trasformato l'obbligo della redazione del bilancio in un efficace strumento di comunicazione, rendendo l'amministrazione locale efficiente.

È stato riaperto, dopo il successo della scorsa edizione, l’Oscar di Bilancio per la Pubblica Amministrazione, il premio che la Federazione Relazioni Pubbliche Italiana (FERPI) dedica agli enti locali che hanno saputo trasformare l’obbligo della redazione del bilancio in un efficace strumento di comunicazione con i propri referenti, in primo luogo con i cittadini.

Sono invitati a partecipare Regioni, Comuni e Province, protagonisti di una amministrazione efficiente, che possono candidare la propria rendicontazione economica, sociale ed ambientale relativa all’esercizio 2010, soprattutto se accompagnata da politiche di comunicazione tempestive e innovative.

Si tratta di un’occasione importante per far conoscere e valorizzare il lavoro che funzionari ed amministratori svolgono al fine di ottenere bilanci chiari e trasparenti.

Il Premio, che si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, si divide in quattro categorie: Oscar di Bilancio Regioni, Oscar di Bilancio Province, Oscar di Bilancio Comuni Capoluoghi di Provincia e Oscar di Bilancio Comuni non Capoluoghi di Provincia.

Lo scorso anno i vincitori sono stati la Provincia di Pordenone, di cui sono stati molto apprezzati l’efficacia complessiva della comunicazione e lo sforzo di raggiungere i diversi pubblici a seconda dei differenti temi toccati dal bilancio sociale, il Comune di Bologna, che si è reso protagonista della particolare iniziativa di presentare i risultati della gestione nei quartieri della città, e il Comune di Sesto Fiorentino, che ha presentato un bilancio molto ricco di dettagli informativi e corredato da una copiosa serie storica di dati e di indicatori finanziari. A causa del limitato numero di partecipanti alla categoria dedicata alle regioni, il relativo premio non è stato assegnato e si è deciso di attribuire alla Regione Veneto una menzione d’onore.

Tra i finalisti dell’edizione 2010 anche la Provincia di Cosenza e la Provincia di Gorizia, i Comuni di Reggio Emilia e di Trento, mentre, per la categoria dei Comuni non capolouoghi di Provincia, sono stati segnalati il Comune di Crespellano, in provincia di Bologna, e quello di Seregno, della provincia di Monza e Brianza.

Tutti i bilanci e i documenti che partecipano al Premio vengono in primo luogo esaminati da una apposita “commissione di segnalazione“, diversa per ciascun Oscar, che presenterà poi alla giuria, motivando la propria scelta, una rosa composta dai tre ai cinque candidati.

La giuria, presieduta da Dino Piero Giarda, docente di Scienza delle Finanze all’Università Cattolica di Milano, è composta tra l’altro da Gianluca Comin, presidente FERPI, Domenico Bodega, Preside della Facoltà di Economia della Cattolica, Nicola Mastropasqua, presidente della Corte dei Conti della Lombardia, Salvatore Messina, direttore della sede milanese della Banca d’Italia, Mario Molteni, docente di Economia Aziendale in Cattolica, Giancarlo Pola, preside della Facoltà di Economia dell’Università di Ferrara, Giovanni Valotti, docente di Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche all’Università Bocconi, e da molti altri esperti in tema di bilancio e rendicontazione economica.

Per partecipare è sufficiente inviare via mail, entro il 30 giugno, la propria candidatura all’indirizzo: oscardibilancio.pa@ferpi.it. La partecipazione è gratuita e la cerimonia per la consegna dei Premi avrà luogo a Milano ad inizio ottobre 2011. Il regolamento completo è disponibile sul sito FERPI.