“Io partecipo”, nuovo progetto in Emilia-Romagna

di Lorenzo Gennari

scritto il

Io partecipo è il nuovo progetto della Regione Emilia-Romagna nato per fornire ai cittadini servizi informativi, canali di ascolto e per promuoverne la partecipazione alla vita pubblica. In un sito Internet il punto di riferimento

La comunità della partecipazione in Emilia-Romagna avrà d’ora in poi un punto d’incontro e un luogo dove seguire le iniziative della Pubblica Amministrazione che coinvolgono i cittadini. Si tratta di un sito, raggiungibile all’indirizzo www.iopartecipo.net, facente capo al più ampio network regionale “ParteciPA” (sito internet www.partecipa.net).

Attraverso il portale, i cittadini possono fin d’ora trovare un contentirore di informazioni e servizi trasversali, tra i quali scegliere, con una auto-profilazione, quali sono di loro interesse. La struttura delle pagine è stata studiata con una linea semplice e i contenuti sono stati inseriti cercando di mantenere alto il livello di fruibilità.

Per accedere ai servizi di Io partecipo il cittadino deve registrarsi e scegliere a quali informazioni accedere. Nella prima sezione le macro aree sono organizzate in quattro ssezioni: Ambiente e territorio; Servizi per i cittadini; Scuola, Formazione e lavoro; Tempo libero.

Ogni area offre un ventaglio di sottoargomenti informativi. Un gradino sotto si trova l’area gestita dagli esperti di Io partecipo, pronti a rispondere a domande specifiche sugli argomenti proposti. Infine è presenta la possibilità di contribuire ai contenuti del sito fornendo notizie e informazioni di interesse comune.

Anche le domande poste agli esperti possono diventare automaticamente di dominio pubblico (con la relativa risposta) grazie alla sezione delle F.A.Q., arricchita di volta in volta con i contributi degli utenti. Altre opportunità saranno offerte a breve con i forum e i sondaggi per cui occorrerà dare preventivamente l’assenso alla raccolta delle informazioni personali al momento della registrazione sul portale.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso