Trasparenza: adesione del Ministero Beni Culturali

di Marianna Di Iorio

scritto il

Anche il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di aderire all'Operazione Trasparenza lanciata dal ministro Brunetta

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di aderire alla ormai famosa Operazione Trasparenza promossa dal ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta.

L’operazione, che prevede la disponibilità online dei dati di dirigenti e personale pubblico, ha già ricevuto il consenso dell’Inail e messo in guardia tutti coloro che non sono in regola con quanto disposto dal ministro.

Dunque, ora anche il Mibac ha deciso di volgere verso questa direzione, pubblicando:

  • gli stipendi dei vertici e dei dirigenti degli uffici con la collaborazione del ministro Bondi;
  • gli stipendi dei vertici e dei dirigenti degli uffici con la collaborazione del ministro Rutelli;
  • gli stipendi dei dirigenti del ministero;
  • gli stipendi dei consulenti del ministro Bondi;
  • gli stipendi dei consulenti del ministro Rutelli.

«Un grazie particolare al ministro Sandro Bondi, – ha affermato Brunetta – che seguendo l’esempio del ministro Franco Frattini ha aderito fattivamente al mio invito di rendere sempre più trasparente la Pubblica Amministrazione. La sua iniziativa gli fa onore e fa bene non solo al Governo ma all’intero Paese. Mi auguro che al più presto tutti gli altri ministri vogliano finalmente fare altrettanto, rendendo pubblici sul sito Internet del proprio dicastero nominativi, recapiti, curricula vitae e stipendi annui lordi dei loro dirigenti così come il tasso di assenteismo delle strutture da loro dirette».