La Rai si prepara a trasmettere sull’iPhone

di Lorenzo Gennari

scritto il

RaiNet lancia il nuovo portale ottimizzato per l'iPhone 3G. Ancora in fase di costruzione, i contenuti del sito potrebbero essere disponibili a breve. I possessori del nuovo dispositivo Apple potranno accedere direttamente utilizzando il cellulare

Da domani sarà possibile accedere al nuovo portale della Rai dedicato ai contenuti compatibili con l’iPhone 3G. Per ora il link di riferimento www.rai.it/i non contiene alcuna pagina, nè ci sono avvisi di sito in costruzione.

La Rai si prepara ora a fare da apripista tra le emittenti italiane come fornitore di contenuti video per l’iPhone. Infatti, da domani, i possessori dell’iPhone potranno aggiungere un link sul proprio desktop palmare che consentirà un accesso diretto alla selezione dei video su intrattenimento, news, costume e società proposti dai RaiNet.

Il count-down per la vendita in italia del dispositivo della Apple è finito a mezzanotte. L’iPhone italiano è però diverso da quello americano perchè è in grado di agganciarsi alla rete cellulare di ultima generazione (ecco il perchè del nome “3G”). Grazie a questa tecnologia, il dispositivo può connettersi ad internet senza dover per forza incontrare un punto di accesso wireless con connessione adsl.

In funzione della disponibilità nativa di un accesso mobile ad internet a banda larga, la Rai ha pensato di predisporre un portale apposito per la navigazione tramite iPhone. Nel comunicato stampa di RaiNet si parla di due aree tematiche: nella prima si potranno consultare i migliori video Rai su intrattenimento e costume, mentre la seconda sarà interamente dedicata all’informazione con le notizie di Rai News 24 e l?Ultimora del Televideo.

«Questa iniziativa sull’iPhone è un passo importante – ha spiegato Piero Gaffuri, a.d. di RaiNet – ma è solo il primo di una strategia orientata alla massima diffusione dei contenuti Rai su tutte le piattaforme, compresi i terminali mobili ed in particolare sulle piattaforme aperte. Questa nostra offerta iniziale verrà gradualmente ampliata ed integrata con altre applicazioni specifiche, da quella collegata al progetto di casting online “nuovitalenti.rai.it” ad un portale specifico per le Olimpiadi».