L’innovazione del Project Management nella PA

di Valentina Sacchetti

scritto il

Il Project Manager nella Pubblica Amministrazione ha il compito di contribuire allo sviluppo della qualità dei servizi offerti al cliente e ai cittadini, sotto l'aspetto organizzativo e istituzionale

Occuparsi della Pubblica Amministrazione – e quindi di un complesso intreccio di problemi, di spinte al cambiamento e di resistenze, di ritardi e di risultati importanti – vuole dire entrare in una delle questioni più critiche e controverse del dibattito politico-istituzionale del nostro Paese, anche per gli interessi che mobilita qualunque tentativo teso a porre la nostra Amministrazione in sintonia con le indicazioni che ci provengono dall’UE. Ma, oltre che un’istituzione, la Pubblica Amministrazione è anche una organizzazione complessa, articolata ed ampiamente decentrata, presente in tutti o quasi tutti i momenti della vita quotidiana, dove opera un numero consistente di dirigenti, quadri e lavoratori.

Il campo di applicazione di Management e governance nella Pubblica Amministrazione pone in relazione gli elementi soggettivi – cultura, benessere e motivazioni dei lavoratori – con l’efficienza e l’efficacia della stessa, interpretata come capacità di risposta ai bisogni dei cittadini e delle comunità e sta evolvendo sempre più nell’ottica di raggiungimento di obiettivi, più che il semplice rispetto dei tempi, dei costi e della qualità dei risultati. Il futuro del project management è di passare dalla realizzazione corretta del progetto a quello di realizzare correttamente il progetto giusto.

Il Project Management nella PA intende contribuire allo sviluppo della qualità dei servizi sottolineando i requisiti di una comunicazione efficace con il cliente e con i cittadini, sia in termini organizzativi che istituzionali; il ruolo dei dirigenti nello sviluppo umano ed organizzativo; l’empowerment come strumento di crescita. Questo approccio è utilizzato nella PA, dove c’è un impegno continuo nella realizzazione di nuovi progetti. Certamente, la realizzazione di una nuova opera pubblica è un progetto impegnativo e come tale deve essere gestito, ma anche lo sviluppo o la riorganizzazione di un servizio coinvolge risorse ed ha dei vincoli sui tempi e sui costi che ne rendono necessaria la sua gestione. In questo contesto devono essere visti in modo integrato sei elementi: la scelta del progetto da realizzare, la progettazione del progetto, la pianificazione, la realizzazione, il monitoraggio e la valutazione finale del raggiungimento degli obiettivi.

Oggi è sempre più difficile realizzare progetti di successo perché si sottovalutano le prime tre fasi, poiché scegliere il “progetto giusto” è certamente un’attività complessa, che comprende il coinvolgimento di più attori e la verifica che i risultati attesi siano in linea con la politica generale dell’organizzazione. In alcuni casi questa azione, è talmente critica, complessa e coinvolge risorse pregiate da giustificarne un approccio come progetto e quindi con una sua pianificazione e monitoraggio.
La difficoltà di realizzare progetti di successo passa necessariamente dal raccogliere, condividere e formalizzare i requisiti di ciò che si dovrà realizzare ed analizzare in modo approfondito i bisogni e le aspettative di tutti gli interessati (stakeholder) al progetto.

I Video di PMI

Guida alle ferie aziendali