Tariffe cellulari, si muove l’Autorità

di Giulia Gatti

scritto il

Dopo le proteste delle associazioni dei consumatori, l'Autorità per le comunicazioni ha avviato ispezioni su Tim e Vodafone

Gli esposti presentati dalle associazioni dei consumatori hanno sortito un effetto.

L’Autorità per le comunicazioni ha avviato ispezioni su Tim e Vodafone per analizzare le variazioni delle tariffe dei cellulari.

Durante l’estate, Tim e Vodafone hanno avvisato via sms i propri clienti che alcune tariffe avrebbe subito delle modifiche: i clienti interessati dovrebbero essere circa 9 milioni, di cui 3 milioni con schede Tim e 5-6 milioni con schede Vodafone.

Oltre ad Altroconsumo, Adusbef e Federconsumatori hanno chiesto all’Agcom «di verificare che tutto si svolga nella norma, nella chiarezza e nella trasparenza», e il Codacons ha presentato un esposto al Procuratore della Repubblica di Roma per chiedere di valutare «se l’operazione messa in atto da Tim e Vodafone non sia in violazione della legge sulla concorrenza e non nasconda un accordo tra i due gestori».

E puntuale è arrivata la risposta di Vodafone, che spiega che «i clienti interessati dalla semplificazione, solo il 20% del totale, sono stati avvisati con l’invio di SMS già in agosto, in grande anticipo rispetto all’entrata in vigore della misura, per consentire a tutti di conoscere i cambiamenti dell’offerta e garantire tempi e modi adeguati di scelta».

Secondo Vodafone, i calcoli presentati da Altroconsumo sono opinabili, in quanto dipenderebbero dall’uso che si fa del telefonino. E l’azienda precisa anche che, oltre agli aumenti di tariffa, nei nuovi piani ogni cliente troverà anche voci più convenienti. Ad esempio, il prezzo degli sms si riduce passando da 15 a 12 cent o da 12 a 10 cent.

In merito all’analisi dei costi attuata da Altroconsumo, nel comunicato si leggeva: «In generale possiamo dire che le spese di un utente che fa 15 telefonate alla settimana di una durata di poco più di 2 minuti salgono mediamente di 49 – 83 euro all’anno a seconda del tipo di piano tariffario. In particolare, chi ha Tim Club, Tim Unica e Tim ZeroScatti spenderà annualmente 49,08 euro in più; chi ha Tim Unica New 55,08. Sul versante Vodafone, gli utenti con Vodafone 4You spenderanno 62,40 euro in più all’anno; quelli di Vodafone Sera 66,72; quelli di Vodafone Italy 83,40».