Arriva la banda larga nella Tuscia

di Giulia Gatti

scritto il

Inaugurati i primi 4 Cadit, Centri d'accesso e diffusione dell'Innovazione tecnologica, in altrettanti paesi della provincia di Viterbo

L’assessore all’Innovazione tecnologica della Regione Lazio, Mario Michelangeli, ha dato il via ai primi 4 Cadit (Centri d’accesso e diffusione dell’Innovazione tecnologica) posizionati in altrettanti paesi della provincia di Viterbo: Canepina, Ronciglione, Montefiascone e Orte.

Si tratta di un importante passo avanti per la diffusione della banda larga nella provincia. Nei Cadit è possibile navigare gratuitamente su Internet, seguire corsi d’informatica e utilizzare software per la redazione di documenti.

Gli utenti possono anche accedere a fotocopiatrici, lettori e masterizzatori dvd, scanner, stampanti, webcam, e dispositivi multimediali pensati pure per i disabili.

Il progetto della Regione prevede la diffusione della banda larga in tutti comuni della Tuscia, grazie all’istallazione della fibra ottica in tutte le zone colpite dal digital divide. L’inizio dei lavori è previsto entro la fine del 2008 e il completamento entro dicembre 2010.