Tratto dallo speciale:

Consulenze gratuite nella PA: la parola al Senato

di Redazione PMI.it

scritto il

Interrogazione parlamentare per fare chiarezza sulla sentenza del TAR che legittima le consulenze professionali gratuite per la PA.

Finisce in Parlamento la spinosa questione relativa alla legittimità delle consulenze gratuite fornite dai professionisti alle Pubbliche Amministrazioni, sancita recentemente dalla sentenza del TAR del Lazio.

=> Incarichi gratuiti nella PA: i casi ammessi

Secondo la sentenza, infatti, la PA può non versare alcun compenso al professionista se la consulenza è occasionale e se il lavoro è stato svolto senza sottostare a specifiche regole. Per il professionista, secondo il TAR, è sufficiente l’arricchimento professionale che deriva dalle singole esperienze come consulente di un ente pubblico.

Il 9 ottobre è stata presentata al Senato un’interrogazione che chiede ai Ministri una serie di valutazioni relative alla sentenza, esortando anche a prendere coscienza del delinearsi di un quadro normativo definito “confuso e ambiguo” in materia di incarichi professionali.

A prendere posizione è stato anche il Presidente di Fondazione Inarcassa, Egidio Comodo:

Una sentenza pericolosa che va a ledere i diritti dei professionisti e che non possiamo accettare perché per ogni traguardo in tema di equo compenso – principio adottato ormai da moltissime leggi regionali – sembra esserci un passo indietro della giurisprudenza e questo non è tollerabile.

Auspichiamo pertanto, che sia stabilito al più presto un sistema di regole più chiare e che si proceda ad una revisione di questa decisione, a noi incomprensibile, così da ridare piena legittimità al lavoro dei liberi professionisti.

I Video di PMI

Come aprire una società tra professionisti