Tratto dallo speciale:

Contributi per l’affitto degli studi legali

di Redazione PMI.it

scritto il

Cassa Forense concede contributi per il pagamento dei canoni di locazione versati dagli studi legali tra febbraio e aprile.

Cassa Forense, a sostegno degli iscritti in difficoltà economica per l’emergenza sanitaria in atto, ha indetto un bando straordinario per l’assegnazione di contributi finalizzati al pagamento dei canoni di locazione degli studi legali.

=> Studi professionali: credito e sostegno al reddito

L’avviso è destinato esclusivamente ai professionisti che esercitano in forma individuale, avvocati e praticanti che, alla data di pubblicazione del bando, siano iscritti alla Cassa o iscritti all’Albo/Registro dei praticanti avvocati. Il contributo è pari al 50% della spesa documentata per canoni di affitto dello studio legale per il periodo compreso tra il 1° febbraio e il 30 aprile 2020. Si prevede un buono non superiore a 1.200 euro al netto di IVA.

Le domande possono essere inviate solo in modalità telematica utilizzando l’apposita procedura accessibile dal sito della Cassa Forense, entro il 18 maggio 2020. Alle richieste dovranno essere allegati sia la copia del contratto di locazione registrato e intestato al richiedente, sia la copia delle fatture di pagamento relative al periodo febbraio/aprile 2020.

Per formare la graduatoria dei beneficiari non varrà l’ordine di arrivo delle richieste, mentre si terrà conto di altri parametri come il minor reddito professionale prodotto nel 2018 e, a parità di reddito, la minore età anagrafica e la maggiore anzianità di iscrizione alla Cassa.

I Video di PMI

Cedolare secca: rinnovo su contratti in proroga