Fallimento aziendale: come prevenirlo

di Floriana Giambarresi

scritto il

Ecco i motivi principali per cui le aziende falliscono oggi e alcuni consigli su come prevenirlo ed evitarlo.

In tempi di crisi come quelli che si sta vivendo purtroppo ancora oggi, sono tantissime le aziende che falliscono e ciò deriva da una serie ben precisa di motivazioni. Ci sono anche diverse insidie che minano la vostra attività di business, ecco di seguito una breve guida a riguardo.

Attenzione a non avviare una startup per le ragioni sbagliate, come ad esempio il voler provare qualcosa di diverso, di avere meno tempo libero perché magari annoiati, o di voler solo guadagnare più denaro… in realtà si dovrebbe farlo per passione per ciò che si farà. Bisognano in tal caso determinazione, pazienza e un atteggiamento positivo: i piccoli fallimenti – o comunque non il caso peggiore – non mancheranno e per questo motivo si dovrà essere sempre determinati, anche quando gli altri getteranno la spugna.

Occhio alla cattiva gestione, perché può portare facilmente al fallimento aziendale, così come a quando il capitale iniziale potrebbe essere insufficiente. Questi sono infatti due errori fatali che molti dirigenti commettono.

La posizione (location) della sede aziendale è fondamentale per la crescita del proprio business e per il suo successo a lungo termine. Alcuni fattori da considerare sono: dove si trovano i clienti; traffico, accessibilità, parcheggi e illuminazione; posizione dei competitor; condizioni e sicurezza dell’edificio; incentivi locali per le startup che operano in specifici settori; storia della comunità di quel luogo per capire se potrebbe essere effettivamente interessata a quanto proposto dall’azienda.

Evitare infine di trascurare la pianificazione strategica, altrimenti il successo non arriverà mai. Il business plan è fondamentale per tutte le imprese, deve essere realistico e basato su informazioni attuali e accurate proiezioni per il futuro.

=> Scopri come i fallimenti rendono il manager migliore