Una guida per la privacy nelle PMI

di Paolo Iasevoli

scritto il

La guida del Garante per la protezione dei dati personalidedicata alle PMI per aiutarle a gestire tutte le questioni legate alla privacy.

Come deve comportarsi un piccolo imprenditore per essere in regola con la nuova normativa sulla privacy?

Tutte le risposte in merito possono essere trovate in una comoda guida pubblicata dal Garante per la protezione dei dati personali qualche anno fa. Il testo ha un approccio estremamente pratico e risponde tuttora alle esigenze concrete che ogni datore di lavoro può trovarsi dinanzi nelle sue attività quotidiane.

=> Approfondisci il tema della privacy

Anzitutto, la guida chiarisce quali sono le figure aziendali responsabili del trattamento dei dati personali di clienti e dipendenti, analizzando i diversi casi in cui è necessario richiedere loro il consenso esplicito. Rispetto alle grandi imprese, sono previsti adempimenti alternativi che risultino meno onerosi per le Piccole e Medie Imprese.

=> Vai alla Guida alla privacy in azienda

Un altro aspetto di fondamentale importanza, che la guida tratta con semplicità e completezza, riguarda le misure di sicurezza da adottare. Un punto in particolare approfondisce le modalità e i casi in cui deve essere redatto il DPS. In realtà il documento programmatico sulla sicurezza non è più obbligatorio ma la sua compilazione risulta comunque utile consigliata la sua stesura sistematica in quanto rappresenta la situazione dell’azienda in materia di trattamento di dati sensibili e giudiziari attraverso sistemi informatici.

=> Leggi di più sul DPS

In allegato alla guida è stata inclusa una comoda cheklist riassuntiva: compilandola è possibile verificare se la propria azienda rispetta le normative vigenti e, eventualmente, evidenziare le mancanze a cui porre rimedio.

Per maggiori informazioni vai alla Guida del Garante per la Privacy