ZFU Emilia Romagna: sgravi fiscali al via

di Teresa Barone

scritto il

IRES, IRAP e tasse locali sospese: gli sgravi fiscali per le imprese che rientrano nella ZFU dell’Emilia Romagna.

Con il decreto legge n. 78/2015 (D.L. Enti locali) è stata istituita la zona franca urbana – ZFU relativa all’Emilia Romagna: le imprese che si trovano all’interno del territorio individuato dalla normativa possono ottenere sgravi fiscali, agevolazioni ed esenzioni per gli anni 2015 e 2016, inerenti IRES, IMU e TASI e IRAP. La ZFU riguarda i Comuni colpiti dall’alluvione del 17 gennaio 2014 e dal terremoto del 20 e 29 maggio 2012.

=> ZFU: da settembre nuovi incentivi

Requisiti

Per usufruire degli sgravi, le imprese della ZFU devono essere microimprese e aver maturato un reddito lordo, nel 2014, che non superi gli 80mila euro. Il numero degli addetti deve essere inferiore o uguale a 5.

Perimentazione

Secondo quanto stabilito dal decreto, la perimetrazione della ZFU dell’Emilia Romagna prevede i seguenti Comuni: Bastiglia, Bomporto, Camposanto, Medolla, San Prospero, San Felice sul Panaro, Finale Emilia, comune di Modena limitatamente alle frazioni di la Rocca, San Matteo, Navicello, Albareto, e i centri storici dei comuni con zone rosse: Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Mirandola, Novi di Modena, S. Possidonio, Crevalcore, Poggio Renatico, Sant’Agostino.

=> Leggi tutte le news per le PMI dell’Emilia Romagna

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali