TASI-IMU e TARI, sportello dedicato alle Poste

di Barbara Weisz

scritto il

Sportello dedicato al pagamento con F24 o bollettino postale di TASI-IMU e TARI presso tutti gli uffici di Poste Italiane: il servizio e la procedura F24 online.

Sportello dedicato a chi deve effettuare i versamenti TASI-IMU e TARI presso le varie sedi di Poste Italiane, che va incontro ai contribuenti in vista della scadenza fiscale del 16 giugno: durante gli orari di apertura degli uffici postali, un sportello è dunque interamente dedicato al pagamento dei bollettini postali e dei modelli F24, i due strumenti attraverso i quali si pagano le imposte comunali.

=> TASI: casi particolari e calcolo online su PMI.it

Poste Italiane sottolinea che il bollettino postale può essere pagato con il contante, carte Postamat dei titolari di conto BancoPosta, bancomat di tutti gli Istituti bancari (gli stessi metodi di pagamento valgono anche per l’F24).

=> Bollettino postale TASI: ecco come pagare

Per quanto riguarda la sola IMU, c’è a disposizione a partire da quest’anno il servizio digitale, accessibile dal portale della società, una procedura che velocizza la successiva pratica allo sportello. Il contribuente può compilarsi online il modello F24, utilizzando questo link, inserendo i dati richiesti nei diversi campi del modello (si seguono le istruzioni per il pagamento IMU con modello F24). Insieme alla stampa del modello, il sistema fornisce anche un codice identificativo, che allo sportello verrà utilizzato per accedere direttamente al modello F24 già compilato, semplificando e velocizzando l’operazione.

Il servizio per l‘F24 online è disponibile anche per chi non è registrato sul sito di Poste Italiane. Chi non ha accesso alla procedura online, quando ricerca allo sportello a effettuare il versamento può comunque chiedere la stampa del codice a barre, da utilizzare poi per i pagamenti successivi.

Ricordiamo che la scadenza per il pagamento TASI-IMU è il 16 giugno, per l’acconto, mentre per la TARI (la tassa sui rifiuti) ci sono amministrazione che prevedono la prima rata entro il 16 giugno, ma in generale il calendario è più differenziato.