Tratto dallo speciale:

Pensioni INPS: ricostituzioni dall’assegno di novembre

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il Messaggio INPS che fornisce dettagli sull'attività di ricostituzione delle pensioni con effetto dalla rata di novembre 2014.

Con riferimento alle attività di ricostituzione delle pensioni, l’INPS ha comunicato, con il Messaggio n. 8060/2014, di aver effettuato le elaborazioni a livello centrale nel corso dei mesi di settembre e ottobre 2014, con effetto a partire dalla rata di pensione di novembre 2014.

=> Pensioni 2014: le novità del sistema previdenziale

Ricostituzione automatica delle pensioni

Più in particolare la ricostituzione automatica delle pensioni delle Gestioni private effettuate a livello centrale ha riguardato:

  • le prestazioni assistenziali per le quali non è stata presentata la dichiarazione relativa ai redditi dell’anno 2009;
  • le pensioni con conguagli fiscali;
  • le pensioni confermate a seguito di revisione sanitaria;
  • le pensioni individuate come “ricostituzioni d’ufficio” per particolari situazioni che ne comportano il ricalcolo;
  • le pensioni per le quali rileva la titolarità di rendita INAIL.

=> Riforma Pensioni: novità della Legge di Stabilità 2015

Pensioni sospese

L’INPS comunica che le prestazioni assistenziali per le quali alla data della elaborazione il reddito 2009 non risultava rientrato sono state ricostituite a livello centrale.

Pensioni con conguagli fiscali

Ricostituite sulla base delle segnalazioni pervenute entro il 29 settembre 2014 anche le pensioni con conguagli fiscali, ovvero con variazioni fiscali avvenute a seguito:

  • della liquidazione di altre prestazioni fiscalmente rilevanti comunicate al Casellario dei pensionati (nuovi abbinamenti);
  • del venir meno di prestazioni erogate da altri Enti e comunicate al Casellario (disabbinamenti);
  • della variazione dell’imponibile Irpef di prestazioni erogate da altri Enti comunicate al Casellario dei pensionati;
  • dell’acquisizione e/o delle variazioni delle detrazioni di imposta;
  • della revoca della detrazione per il coniuge fiscalmente a carico, effettuata dalla procedura di “Segnalazione decesso”;
  • della variazione di imponibile determinata dalle segnalazioni effettuate dalle Sedi con la procedura “Gestione pagamenti ridotti e disgiunti”.

=> Pensione anticipata donne: in scadenza opzione contributiva

Ricalcolo delle pensioni

Il ricalcolo delle pensioni individuate come “ricostituzioni d’ufficio”, potrà avere come effetto:

  • un importo a credito posto in pagamento con la rata di novembre 2014;
  • un importo a debito.

I conguagli a debito di importo inferiore a 12 euro non vengono recuperati, mentre quelli superiori a tale cifra saranno memorizzati come:

  • “in corso di recupero” in caso di piano di recupero impostato dal centro;
  • “inviata notifica” se la notifica del debito è stata spedita centralmente;
  • “da definire” se non è stato possibile inviare la notifica del debito a livello centrale (pensionato residente all’estero, impossibilità di spedizione per anomalie nell’anagrafica, ecc).