Tratto dallo speciale:

UNICO PF precompilato senza CAF

di Noemi Ricci

scritto il

Oltre al modello 730 precompilato l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione online anche l'UNICO PF precompilato, ma ci sono differenze su deleghe e controlli fiscali: eccole.

Dopo la grande novità fiscale del 2015, il modello 730 precompilato, nel 2016 debutta il modello UNICO PF precompilato, che vede coinvolti circa 10 milioni di contribuenti. Entrambi i modelli predisposti dal Fisco per la dichiarazione dei redditi 2016 sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate a coloro che sono in possesso del PIN per l’accesso ai servizi telematici.

=> Entratel e Fisconline: guida alla registrazione

Diversamente da quanto avviene con il modello 730 precompilato, tuttavia, per il nuovo modello UNICO PF 2016 precompilato non è prevista la possibilità di delegare soggetti terzi per la consultazione dei dati predisposti dal Fisco.

In più, i vantaggi sui controlli fiscali si applicano solo ai contribuenti che presentano il modello 730 e non anche a coloro che utilizzano il modello UNICO precompilato.

Sul sito dell’Agenzia è possibile consultare i modelli dedicati alle persone fisiche:

  • UNICO Web, consente di compilare i principali quadri del modello Unico (fascicolo 1 e, in parte, fascicolo 2) senza scaricare alcun software, ma non può essere utilizzato dai contribuenti soggetti agli Studi di Settore, con redditi da partecipazione o che devono presentare il modello IVA;
  • UNICONLINE, può essere utilizzato dai contribuenti soggetti agli Studi di Settore, con redditi da partecipazione o che devono presentare il modello IVA. Si tratta di un software completo, che va installato sul proprio PC.

=> 730 e UNICO precompilati 2016: guida completa

Per l’invio dei modelli dichiarativi 2016 c’è tempo fino al 7 luglio per chi usa il modello 730 o al 30 settembre per chi utilizza il modello UNICO.