Tratto dallo speciale:

Pensione, il sogno degli italiani tra speranze e pragmatismo

di Alessandra Gualtieri

14 Dicembre 2023 09:48

Pensioni, ecco quali sono le reali aspettative degli italiani confrontate con la realtà previdenziale: un sondaggio di Moneyfarm rivela dati interessanti.

Gli italiani, indipendentemente dall’età, hanno una visione chiara sulla pensione nonostante l’incertezza normativa e la complessità delle disposizioni previdenziali: per la maggior parte di essi si tratta di un vero sogno nel cassetto.

Un sondaggio di Moneyfarm, società di consulenza finanziaria, rivela che solo il 6% degli intervistati non ha mai pensato al pensionamento. Il 41% preferirebbe ritirarsi prima dei 60 anni, il 25% entro i 65 anni, mentre un 15% vorrebbe farlo immediatamente. Al contrario, un 7% lavorerebbe oltre l’età pensionabile, per passione o necessità.

Solo il 5% del campione si affida al sistema previdenziale italiano, desiderando lavorare esattamente fino all’età pensionabile.

Aspettative sulla Pensione

Gli intervistati hanno preferenze chiare anche sull’importo dell’agognata pensione. Il 45% vorrebbe un’assegno netto mensile tra 2.000 e 2.999 euro, e un 18% accetterebbe 3.000-3.999 euro. Solo il 4% non sa quantificare le proprie aspirazioni economiche per il post-fine carriera.

Realismo su importo e data di pensione

Interrogati sull’età in cui prevedono di raggiungere il proprio pensionamento, gli intervistati mostrano pragmatismo. Solo il 13% prevede di ritirarsi prima dei 65 anni, mentre il 35% tra i 65 e i 70 anni. Un 38% non sa quando potrà ritirarsi, con punte del 64% tra gli under 30, più colpiti da disoccupazione e precariato.

Per quanto riguarda l’importo della pensione, gli intervistati si mostrano parimenti realisti. Tra coloro che dichiarano di sapere quanto riceveranno, il 48% si aspetta una pensione non superiore al 60% dello stipendio attuale, mentre solo il 7% conta di ricevere l’80% dello stipendio. Il 20% non ha idea dell’importo che gli spetterà.

Strategia di Risparmio per la Pensione

Il 71% è consapevole che costruire un futuro pensionistico richiede investimenti regolari. Un quarto degli intervistati stima di dover investire tra 100 e 250 euro al mese, un altro quarto tra 250 e 500 euro al mese. Solo il 4% ritiene di dover mettere da parte meno di 100 euro al mese e un altro 4% oltre 1.000 euro al mese.

Investimenti e risparmio

Nonostante l’instabilità dei mercati e le tensioni geopolitiche, oltre la metà dei rispondenti ha fiducia nei mercati finanziari. Il 23% dichiara di voler investire in azioni e il 30% in un portafoglio bilanciato.

Previdenza Integrativa? Una necessità

L’81% degli intervistati ritiene necessario aderire a una forma di previdenza integrativa. Solo il 19% si sente a posto con la previdenza pubblica o col fondo pensione sottoscritto.