Tratto dallo speciale:

Bonus occupazionale: ammesse le assunzioni 2014

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il Messaggio INPS che dà il via alla fruizione del bonus occupazionale previsto dal piano Garanzia Giovani anche per le assunzioni agevolate effettuate tra il 1° maggio e il 2 ottobre 2014.

Aggiornate le procedure informatiche INPS per l’invio delle istanze relative alle assunzioni decorrenti dal 1° maggio 2014 nell’ambito del “Programma Operativo Nazionale per l’attuazione della Iniziativa Europea per l’Occupazione dei Giovani”, o semplicemente programma Garanzia Giovani, previsto dal Decreto direttoriale del Ministero del lavoro e delle politiche sociali 8 agosto 2014. A darne comunicazione è stato lo stesso Istituto con il Messaggio n. 1316/2015. A dare la possibilità di accedere al beneficio “Bonus Occupazionale” anche per rapporti instaurati nel periodo compreso tra il 1° maggio e il 2 ottobre 2014 è stato il Decreto Direttoriale n. 63 del 2 dicembre 2014, che ha rettificato il Decreto Direttoriale n. 1709 dell’8 agosto 2014.

=> Garanzia Giovani, 10mila le offerte di lavoro

In sostanza sono stati resi retroattivi gli incentivi concessi alle imprese che assumono giovani con meno di 29 anni che non studiano né lavorano (NEET – Not in Education, Employment or Training). Si tratta di un incentivo economico da 1.500 a 6.000 euro a seconda del contratto stipulato nell’ambito del piano Garanzia Giovani. L’incentivo economico spetta a ogni datore di lavoro (imprese e professionisti) per assunzioni effettuate con contratto:

  • a tempo determinato;
  • a tempo indeterminato;
  • in somministrazione (minimo 6 mesi).

=> Garanzia Giovani: l’indennità di tirocinio

Se il contratto è part-time l’incentivo è ridotto proporzionalmente all’orario, che deve essere pari ad almeno il 60% del tempo pieno. La misura dell’incentivo cambia in base alle 4 categorie di profilazione:

Tipologia contratto

Profilazione bassa

profilazione media

profilazione alta

profilazione molto alta

Tempo determinato fra 6 e 12 mesi

niente bonus

niente bonus

1500 euro

2000 euro

Tempo determinato oltre i 12 mesi

niente bonus

niente bonus

3000 euro

4000 euro

Tempo indeterminato

1500 euro

3000 euro

4500 euro

6000 euro

L’impresa può accedere all’incentivo una sola volta per ogni lavoratore, con l’unica eccezione della trasformazione del contratto a tempo indeterminato, che deve però rimanere nella stessa Regione (o Provincia Autonoma) in cui si è svolto il rapporto a termine. Il datore di lavoro deve essere in regola con obblighi contributivi, norme sulla sicurezza sul lavoro, rispetto dei contratto nazionali o territoriali. L’Istituto precisa che la verifica delle disponibilità dei fondi sarà effettuata secondo il criterio generale, costituito dall’ordine cronologico di presentazione dell’istanza stessa.

=> Garanzia Giovani: bandi assunzione e stage

Per maggiori informazioni consultare il Messaggio INPS n. 1316/2015.