Varese, contributi per chi investe nell’immagine

di Alfredo Polito

scritto il

Vista la tendenza delle imprese varesine a concentrare una parte degli investimenti nelle strategie di comunicazione, la Camera di Commercio mette a disposizione dei finanziamenti

200mila euro sono le risorse stanziate complessivamente dalla giunta della Camera di Commercio di Varese per sostenere e incentivare, grazie a dei contributi, le piccole e medie imprese e quelle artigiane nella loro attività di comunicazione.

Il provvedimento asseconda la tendenza delle aziende varesine ad avvalersi di strategie di comunicazione e orientare la loro attività sul mercato investendo anche sull’immagine della propria offerta.

Sono finanziabili le spese sostenute fino al 31 dicembre 2007 per la progettazione, lo studio grafico e la realizzazione in versione almeno bilingue di cataloghi e depliant di presentazione dell’impresa e dei suoi prodotti, coma anche per monografie aziendali, sia in forma cartacea che multimediale.

La Camera di Commercio offre un contributo pari al 30% dell’importo complessivo delle spese (al netto d’Iva), sino a un massimo di 3.500 euro per quelli a due formati (cartaceo e multimediale) e di 2.500 euro per quelli a unico formato.

Per avere diritto al contributo, inoltre, gli interventi devono avere un costo minimo di 400 euro.