Le pmi festeggiano i 50 anni della Comunità europea

di Marianna Di Iorio

scritto il

L'anniversario dei 50 anni della nascita della Comunità europea ha coinvolto anche le piccole e medie imprese, una realtà forte in Europa

Anche le piccole e medie imprese hanno festeggiato ieri il 50° anniversario della firma dei Trattati di Roma, gli accordi raggiunti da Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo che hanno dato vita, il 25 marzo 1957, alla Comunità economica europea e alla Comunità dell’energia atomica.

Secondo quanto ha affermato, a ItaliaOggi, Ivan Malavasi, presidente della Confederazione Nazionale dell’Artgianato e della Piccola e Media Impresa (CNA), «gli artigiani compresero immediatamente che l’Europa era un ambito di mercato dove anche le pmi potevano incrementare il loro valore e il loro potenziale economico».

Il panorama europeo conta oggi oltre 20 milioni di pmi con oltre 60 milioni di addetti, secondo quanto riferito da Claudio Cappellini, responsabile relazioni comunitarie CNA nazionale. Si tratta di un numero consistente a cui spesso la Comunità Europea rivolge uno sguardo particolare, come il recente Settimo Programma Quadro, un programma di aiuti stabilito per incrementare la competitività e l’innovazione nelle piccole e medie imprese. Cappellini ha aggiunto che «dall’Europa ci aspettiamo, nei fatti, che gli stati membri diano nuovo impulso alle piccole imprese, riconoscendo il loro ruolo di produttore di lavoro, occupazione, dinamismo e flessibilità».

Le celebrazioni di ieri si sono svolte nell’Aula del Senato dove è intervenuto, tra gli altri, il Presidente della Commissione europea Josè Manuel Barroso. Durante il suo discorso, Barroso ha affermato che l’Unione europea rappresenta la «risposta migliore alle sfide del ventunesimo secolo, quali la globalizzazione, la crescita sostenibile e la competitività, la solidarietà politica, l’approvvigionamento energetico, il cambiamento climatico, e infine la sicurezza». E ha aggiunto che «l’Europa si trova adesso in una posizione di forza per fronteggiare la globalizzazione, per stimolare la crescita economica, per dar prova di solidarietà e garantire uno sviluppo sostenibile […]&raquo.

I prossimi 16 e 17 aprile le pmi avranno modo di rendere note le loro esigenze nella Conferenza europea dell’artigianato che si terrà a Stoccarda e alla quale parteciperà il cancelliere tedesco Angela Merkel.