Esodati alla deriva: nessuna soluzione

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Smentite le affermazioni di Gianfranco Polillo sugli esodati, non potranno annullare gli accordi con le aziende, a dirlo è il ministro Fornero e c'è chi chiede le dimissioni del sottosegretario all’Economia.

La questione dei lavoratori esodati, penalizzati dalla recente riforma delle pensioni del ministro del Lavoro Elsa Fornero, continua a far discutere.
Ad alimentare le polemiche sono i botta e risposta tra le fila dei partiti dopo le dichiarazioni del sottosegretario all’Economia Gianfranco Polillo, secondo cui il Governo dovrebbe concedere agli esodati la possibilità di annullare gli accordi presi con l’azienda, favorevole ad abolire la norma che obbliga gli esodati a non lavorare.

Governo

Possibilità poi smentita da Fornero, che ha rimandato al mittente la proposta invitando Polillo, se ha una buona ricetta per risolvere il problema dei lavoratori esodati, di farsene carico.

Sindacati

La Cgil ha attacca il sottosegretario sulla delicata questione legata alla riforma delle pensioni, ritenendola «un’improvvisazione irresponsabile».

I cosiddetti lavoratori esodati, ha ricorda il segretario confederale della Cgil Vera Lamonica, «non hanno scelto di non lavorare più, bensì hanno perso per tanti motivi il lavoro che avevano. Si tratta di imprese che ad esempio non ci sono più, perché in molti casi hanno chiuso, o imprese che hanno riorganizzato sulla base del fatto che hanno messo in esubero e quindi esodato centinaia di persone. Vorrei sapere se queste aziende sono disponibili a riprendersi questi lavoratori. A me pare un momento in cui il tema purtroppo è diventato quello dei licenziamenti, anche quelli collettivi, e quindi come si fa ad improvvisare su un problema così forte che riguarda diverse centinaia di migliaia di persone?».

Partiti

Come ha ricordato il capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchetto quello degli esodati è un problema «molto serio e costituisce materia di forte preoccupazione per il Pdl. Ci auguriamo che quanto prima il Governo definisca una sua posizione, in assenza della quale è evidente che tutti coloro che hanno a cuore il tema ne parlano avanzando proposte in materia».

Addirittura per l’europarlamentare del Pd Debora Serracchiani «il sottosegretario Polillo ha fatto delle affermazioni talmente avventate sugli esodati che la logica conseguenza dovrebbero essere le sue dimissioni dal Governo», perché «con le sue parole ha creato un dannoso scompiglio e un inutile allarme proprio mentre si cerca la soluzione a un problema che tocca duramente la vita di centinaia di migliaia di persone».

Un atteggiamento sbagliato, denunciato anche dal leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini: «Polillo ha sbagliato, perché ci sono aspettative di migliaia di lavoratori e serve una voce sola e chiara del Governo». In ogni caso, rassicura, «c’è la volontà dei partiti e del Governo di trovare una soluzione».

Industria

Per Emma Marcegaglia il problema degli esodati non può essere risolto mettendo il carico sulle imprese, è lo Stato a dover far qualcosa per queste «persone che rischiano di rimanere senza posto di lavoro né pensione».