Sace: garanzie per 575 mln a Pmi per i mercati esteri

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Nuove garanzie da 575 milioni di euro per sostenere i progetti di sviluppo internazionale delle Pmi italiane. Questi il risultato dei nuovi accordi stipulati da Sace con otto istituti di credito italiani

Sace ha stipulato nuovi accordi con otto istituti di credito italiani al fine di sostenere i progetti di sviluppo internazionale delle Pmi Italiane. Il risultato è un finanziamento per 575 milioni di euro. Sale così a 1,5 miliardi il totale di credit facilities creato da Sace con i principali istituti di credito italiani e messo a disposizione delle Pmi.

Le banche coinvolte nei nuovi accordi, ovvero Gruppo Montepaschi, Cariparma, Friuladria, Hypo Alpe Adria, Unibanca, Banca Monte Parma, Banca Popolare di Sondrio e Banca Sella, garantiranno quindi un ulteriore volume di finanziamenti, con scadenze più lunghe, che potranno oltrepassare i 36 mesi.

Inoltre, le banche partner di Sace garantiscono per accordo tassi maggiormente competitivi rispetto alle attuali condizioni di mercato. Si tratta di facilitazioni che serviranno a finanziare progetti di internazionalizzazione e le attività connesse alla operatività delle aziende all’interno dei mercati esteri.

A beneficiare del finanziamento, le Pmi italiane con fatturato non superiore ai 250 milioni di euro, del quale almeno il 10% deve essere generato all’estero. Le linee di credito godono della garanzia Sace fino al 70% dell’importo erogato e devono obbligatoriamente essere destinate al sostegno di progetti di internazionalizzazione.

Nello specifico, gli accordi siglati da Sace consentono di accedere a finanziamenti destinati a: costi di ampliamento, riqualificazione, rinnovo impianti e costi di ricerca e sviluppo in Italia e all’estero; costi di promozione e pubblicità, diritti di brevetto industriale, spese per la tutela del Made in Italy e per la partecipazione a fiere internazionali.