PMI lombarde: al via il progetto SBALombardialab

di Teresa Barone

scritto il

Mantova ha ospitato il primo Focus Group di imprenditori ed esperti nell’ambito del progetto SBALombardialab, nato per sostenere le imprese lombarde e favorire l’adozione dello Small Business Act europeo.

Ha preso il via il 7 febbraio a Mantova il laboratorio permanente SBALombardialab, dedicato alle imprese lombarde e finalizzato a sostenere le Pmi incentivando il confronto e il dibattito sulle tematiche inerenti lo Small Business Act.

Il laboratorio è infatti finalizzato a promuovere l’adozione in Lombardia dei dieci principi dello SBA (Small Business Act), la convenzione promossa della Commissione Europea che istruisce le imprese sulle modalità più corrette per favorire la crescita e lo sviluppo anche in tema di sostenibilità.

SBALombardialab

Promosso da Regione e Unioncamere Lombardia, con il supporto della Camera di Commercio di Mantova, il primo appuntamento con i “Focus Group” del laboratorio SBALombardialab rivolto alle imprese lombarde ha toccato alcuni temi chiave dell’imprenditorialità.

Nel corso di “Credito e Imprese: idee  a confronto”, per esempio, si è parlato della necessità di poter accedere al credito da parte delle imprese locali, fortemente penalizzate dalla crisi che ha provocato un calo del capitale aziendale e della liquidità.

All’appuntamento di Mantova erano presenti numerosi imprenditori ed esperti, tra cui il responsabile dell’Area Territoriale Nort Est della Banca Monte dei Paschi di Siena Carlo Garavaglia, la responsabile di  UniCredit Lombardia Monica Cellerino, il Direttore Generale di Finlombarda Giorgio Papa e Alessandro Tappi, Head of Guarantees, Securitisation & Microfinance del Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI).

Per Luciano Consolati, coordinatore di SBALombardialab, il progetto SBALombardialab deve rappresentare l’occasione per spingere le Pmi lombarde alla cooperazione e aiutarle nella ripresa.

«Si tratta di dare una risposta all’emergenza, potenziando la collaborazione dei diversi attori, dalle associazioni, alle banche, alle istituzioni, tra cui Regione Lombardia e sistema camerale lombardo. Fondamentale è inoltre affrontare nel breve periodo alcuni problemi strutturali, che richiedono ai diversi soggetti coinvolti nel sistema del credito profondi cambiamenti. Pensiamo alla patrimonializzazione delle imprese, alla trasparenza informativa dalle imprese verso le banche, alla messa in campo di nuovi strumenti di rating e valutazione, al completamento del processo riorganizzativo degli intermediari finanziari, all’utilizzo più ampio del microcredito, che potrebbe aiutare a rispondere ad una buona percentuale di microimprese/lavoratori autonomi.»

 

Maggiori dettagli sul progetto nel sito ufficiale SBALombardialab