Contributi a fondo perduto per le Pmi della Toscana

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Crisi? Dalla Regione Toscana arriva una nuova opportunità economica, grazie al bando per "aiuti diretti alle imprese": contributi in conto capitale per le Pmi a partire dal 35% fino ad un massimo del 60%

Per le piccole e medie imprese, sempre più colpite dalla crisi finanziaria, ogni nuova agevolazione si traduce in un’ opportunità di sviluppo e crescita.

Questa volta, le aziende interessate dall’iniziativa sono quelle della regioneToscana, che potranno beneficiare di un bando per aiuti diretti alle imprese con i fondi POR CreO 2007-2013, che finanzieranno progetti di investimento innovativi immateriali, finalizzati all’acquisizione di servizi qualificati.

Il bando regionale prevede due grandi aree nelle quali vengono indirizzati tutti i servizi ammissibili:

servizi qualificati di primo livello, che fanno riferimento ad esempio a servizi di audit e studi di fattibilità;
servizi qualificati specializzati, a cui fanno capo il supporto all’innovazione di prodotto, processo, organizzativa e tecnologica, o le certificazioni avanzate.

Nella seconda categoria cadono anche i servizi per miglioramento efficienza ambientale ed energetica, così come il supporto alla creazione di nuove imprese innovative.

Nelle spese ammesse deve essere considerata la tipologia di servizio, stabilita a livello regionale in un apposito Catalogo dei Servizi, e deve essere valutata la misura dell’agevolazione stessa, che sarà concessa in forma di contributo in conto capitale.

Nello specifico di quest’ultimo aspetto, la percentuale di concessione varia da un minimo del 35% ad un massimo del 60% della spesa ammissibile.

Le modalità di presentazione della domanda – entro il 31 di mazo, giugno e dicembre di ogni anno – prevedono la firma digitale e la compilazione online: per l’area metropolitana a cui fanno riferimento le città Firenze-Prato-Pistoia, API Firenze mette a disposizione le proprie strutture per il reperimento di qualsiasi informazione relativa al bando e le istruzioni di compilazione delle domande.

I Video di PMI

Nuove imprese a tasso zero