Pmi Toscana: bandi regionali per 38 mln di euro

di Noemi Ricci

scritto il

Presentati i nuovi bandi con cui la Regione Toscana finanzierà le Pmi locali operanti nel settore del Turismo e del Commercio, complessivamente con 38 milioni di euro di fondi nel periodo 2008-2013

Presentati ieri dalla Regione Toscana i nuovi bandi per la concessione di aiuti alle Pmi attive nei settori Turismo e Commercio che, complessivamente, erogheranno 38 milioni di euro provenienti da fondi sia comunitari che regionali (Por 2007-2013 e Prse 2007-2010).

L’intero ammontare dei contributi a disposizione verrà messo a disposizione delle piccole e medie imprese tramite bandi ad hoc nei prossimo cinque anni. Lo scopo è incentivare gli investimenti nei processi di sviluppo, qualificazione, integrazione di filiera e aggregazione territoriale.

Nello specifico, i bandi porteranno 8 milioni di euro di finanziamenti destinati ai progetti di investimento in consulenze per l’acquisizione delle certificazioni ambientali, quali Iso 18001, Emas, Ecolabel, della certificazione sociale Sa8000 e della certificazione Oh Sas 18001 relativa alla sicurezza sui luoghi di lavoro.

Altri 16 milioni di euro di investimenti sono destinati alle consulenze sull’innovazione, tra cui la messa in atto di modelli innovativi di processo e organizzazione.
Per questo tipo di aiuti, il Por 2007-2013 prevede, per le imprese turistiche e commerciali di tutto il territorio regionale, contributi in conto capitale fino a un massimo del 50% dell’investimento previsto.

Finanziamenti per 14 milioni di euro, provenienti dal Prse 2007-2010, andranno per quelle imprese che intendano sostenere nei prossimi anni investimenti strutturali con il fine di migliorare il livello di accoglienza e i servizi per turisti e consumatori.
Il contributo sarà in questo caso rimborsabile a tasso zero diversificato per settore: fino al 75% dell’investimento ammesso (con un tetto massimo di investimento da parte delle imprese di 100mila euro) per le imprese commerciali; fino al 40% dell’investimento (400mila euro è il tetto massimo fissato per il prestito) per il settore del turismo.

Le imprese potranno avvalersi – per la parte non coperta dal prestito – del protocollo di intesa siglato dalla Regione con le banche toscane per l’erogazione di mutui a tassi molto agevolati alle imprese che si avvalgono degli aiuti regionali.

Per entrambi i settori, il prestito dovrà essere coperto da garanzia fidejussoria, il rimborso inizierà dall’anno successivo a quello del termine dei lavori e sarà restituibile in sette anni a tasso zero.

Il testo dei bandi sarà pubblicato sul Bur entro fine ottobre e consultabile sul sito della Regione Toscana.