Green Sigma: IBM per impatto ambientale

di Marianna Di Iorio

scritto il

La società statunitense ha lanciato Green Sigma, un insieme di servizi di consulenza che consente alle aziende di monitorare l'impatto delle loro operazioni sull'ambiente

IBM pensa all’ambiente. Per questo motivo ha deciso di lanciare sul mercato “Green Sigma”, un insieme di servizi di consulenza in grado di monitorare l’impatto che determinate operazioni svolte in azienda hanno sull’ambiente. Si applica, in particolare, a tutte quelle operazioni che prevedono l’utilizzo di acqua e di energia.

Obiettivo? Gestire e ridurre le emissioni di anidride carbonica nell’aria, ridurre il consumo di energia e di acqua e gli associati costi e avere a disposizione tecniche avanzate di analisi per misurare il livello delle performance.

«Esiste una fondamentale verità per comprendere e migliorare qualsiasi aspetto relativo alle performance in un’azienda – se non puoi misurarle, non puoi gestirle», ha affermato Dave Lubowe di IBM.

Si tratta, in sostanza, di uno strumento che coinvolge una serie di mansioni svolte all’interno di una struttura aziendale: trasporto, utilizzo di apparecchiature IT, produzione, distribuzione, ecc.

Il tutto si svolge in pochissimi passi, attraverso cinque fasi. Come primo step vengono individuati gli indicatori chiave di performance per identificare le attività e le aree che dovranno essere misurate. Successivamente un sistema di gestione delle risorse idriche e delle emissioni di anidride carbonica monitora gli indicatori e analizza i dati delle performance.

Dei tool statistici e delle tecniche di valutazione dei processi avranno l’obiettivo di ridurre il consumo energetico, le emissioni di anidride carbonica e le inefficienze idriche, garantendo l’ottimizzazione dei processi e degli indicatori chiave di performance.