Tratto dallo speciale:

In Piemonte 60 milioni per i poli d’innovazione

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Individuati gli ambiti settoriali e tecnologici di competenza per la definizione dei poli d'innovazione in Piemonte, ai quali sono destinati 60 milioni di euro

Si delinea il Piano regionale degli investimenti per la Ricerca e l’Industria in Piemonte, una delle aree più dinamiche del Paese in quanto a sviluppo d’innovazione.

La Giunta regionale ha infatti individuato gli ambiti settoriali e tecnologici di competenza, nonché le aree territoriali di riferimento per la definizione dei poli d’innovazione, ai quali sono destinati 60 milioni di euro derivati dal Programma operativo regionale (Por).

Tra le diverse aree operative prescelte, segnaliamo l’individuazione di nuovi poli dedicati alle biotecnologie nelle canavese e nel vercellese, creatività digitale e multimedialità nel torinese, Information amp; Communication Technology nel torinese e nel canavese e, infine, meccatronica e sistemi avanzati di produzione ancora nel torinese.

I poli sono costituiti da raggruppamenti di imprese indipendenti (piccole, medie e grandi imprese, nonché organismi di ricerca) particolarmente attive in certi settori o regioni, e destinate a stimolare l’attività innovativa tramite l’interazione, l’uso in comune di installazioni e lo scambio di conoscenze ed esperienze.

L’obiettivo prefissato è quello di alimentare l’attività dei poli affinchè siano in grado di stimolare lo sviluppo dell’attività di ricerca e di innovazione delle imprese stesse, e di valorizzarne le potenzialità. Allo stesso tempo, l’altro mobiettivo da centrare è quello di favorire i processi di internazionalizzazione imprenditoriali, incrementando l’attrazione di investimenti produttivi nel nostro territorio.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso