Pensione futura, come si calcola il coefficiente di trasformazione?

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Alberto chiede:

A metà ottobre maturo la pensione anticipata secondo la Fornero (a 62 anni di età) e, con l’aggiunta dei 3 mesi di finestra, percepirò il primo assegno dal successivo febbraio. Per il calcolo della pensione sarà usato il coefficiente di trasformazione dei 62 anni o dei 63?

I coefficienti di trasformazione servono per calcolare la pensione a partire dai contributi versati in relazione all’età anagrafica al momento del pensionamento: maggiore è l’età, più elevata sarà la pensione. Il parametro utilizzato per trasformare il montante contributivo in assegno previdenziale, per effetto dell’adeguamento alle speranze di vita  impatta negativamente sul coefficiente e quindi sull’importo pensionistico.

=> Scatti aspettative di vita: il Covid cambia l'età pensionabile

Pensione: come si calcola il montante contributivo

Il montante contributivo è l’importo dei contributi versati durante la propria carriera lavorativa, rivalutati al momento della liquidazione della pensione. La base imponibile annua corrisponde ai periodi di contribuzione obbligatoria, volontaria, figurativa, da riscatto e da ricongiunzione di ciascun anno:

  • è retribuzione annua per gli iscritti alle gestioni pensionistiche dei lavoratori dipendenti;
  • è il reddito annuo, per gli iscritti alle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi;

Il totale dei contributi versati in ciascun anno, calcolati moltiplicando la base imponibile annua per l’aliquota di computo:

  •  33% per i periodi di contribuzione da lavoratore dipendente;
  •  24% per i periodi di contribuzione da lavoratore autonomo;
  •  24% al 33% per gli iscritti alla gestione separata INPS.

Calcolo pensione a partire dal montante contributivo e dall’età

Per calcolare la futura pensione lorda  bisogna:

  • calcolare il montante contributivo complessivo;
  • moltiplicarlo per il coefficiente di trasformazione legato all’età anagrafica in cui si esce;
  • dividere l’importo della pensione lorda annua per 13 mensilità.

Il coefficiente di trasformazione viene calcolato anche in base alle frazioni di mese, con riferimento al momento di decorrenza della pensione. Al coefficiente di trasformazione relativo agli anni completi di età si aggiungono tanti dodicesimi quanti sono i mesi corrispondenti a quello di primo rateo pensione. I dodicesimi di calcolano in base alla differenza fra il coefficiente di trasformazione dell’età già compiuta e quello successivo. Tra 62 e 63 anni, in base agli attuali coefficienti, la differenza è pari a 0,14. Quindi, il coefficiente di trasformazione dovrebbe essere pari a 4,770 + 0,035 (3/12 di 0,14), quindi pari a  4,805.

Coefficienti di trasformazione per le pensioni 2022

Età di pensionamento Coefficienti 
57 4,186%
58 4,289%
59 4,399%
60 4,515%
61 4,639%
62 4,770%
63 4,910%
64 5,060%
65 5,220%
66 5,391%
67 5,575%
68 5,772%
69 5,985%
70 6,215%
71 6,466%

Risposta di Barbara Weisz

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Cerca tra quelle pubblicate oppure

Chiedi all'esperto