Tratto dallo speciale:

Tesserino UE per agenti immobiliari

di Noemi Ricci

scritto il

Prende il via sperimentale la Tessera Professionale Europea: ecco le modalità di accesso per gli agenti immobiliari.

Prende il via la Tessera Professionale Europea per lo svolgimento dell’attività di agente immobiliare, a fronte dell’emanazione, da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, della circolare n. 3688/C/2016 recante le modalità di accesso da parte di cittadini comunitari e di Paesi terzi all’esercizio delle attività regolamentate.

La Tessera Professionale Europea (EPC – European Professional Card) è una delle novità previste dalla direttiva europea in materia di riconoscimento dei titoli professionali, entrata in vigore il 18 gennaio 2016 e definitivamente recepita con il decreto legislativo n. 15/2016.

=> Tessera professionale europea dal 18 gennaio

In questa prima fase sperimentale di applicazione a livello comunitario, è assoggettata a tale disciplina solo l’attività di real estate – agente immobiliare. La Tessera verrà rilasciata a seguito di una procedura elettronica eseguita compilando un apposito form online accessibile dal portale dell’Unione Europea.

Il Ministero dello Sviluppo Economico comunicherà in un’apposita sezione le ordinarie dichiarazioni preventive e degli esiti delle richieste, indicando la data a partire dalla quale potrà essere iniziata la prestazione con, in caso di esercizio temporaneo dell’attività, la relativa scadenza.

=> Professionisti: condanne, limiti UE e rimborsi

Per tutte le attività che ricadono nella competenza del MiSE, il decreto di riconoscimento sarà parte integrante della SCIA. Tutte le Amministrazioni, in sede di verifica della SCIA, potranno sempre ed in ogni tempo verificare la rispondenza della ECP (sia in regime di stabilimento che di libera prestazione), collegandosi alla pagina del portale dedicato.