Sisma: contributi ai lavoratori del Mantovano

di Teresa Barone

scritto il

Dalla Regione Lombardia arrivano 5 milioni di euro a favore dei lavoratori del Mantovano che hanno sospeso l’attività a causa del sisma.

La Regione Lombardia ha deliberato la concessione di contributi a favore dei lavoratori del Mantovano colpiti dal terremoto del maggio 2012, aiuti stanziati grazie alle risorse erogate attraverso la convenzione stipulata nel 2013 tra il Ministero del Lavoro e le Regioni Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. La delibera prevede il sostegno ai lavoratori dipendenti e ai lavoratori autonomi penalizzati dal sisma del 2012, invitati a presentare le richieste di indennità a partire dalla metà di maggio: la Regione concede contributi come indennità per la sospensione dell’attività lavorativa post sisma, importi corrispondenti a non più di 90 giornate lavorative.

=> Scopri tutti i bandi post Sisma

Beneficiari dei contributi

Possono percepire le indennità i lavoratori dipendenti che non sono stati inseriti nelle richieste di cassa integrazione guadagni (ordinaria, straordinaria e in deroga), così come i lavoratori dipendenti e i lavoratori agricoli impossibilitati a raggiungere il posto di lavoro in seguito ai danni strutturali di edifici e strade causati dal sisma, oppure impegnati in attività di soccorso. Beneficiari sono anche i lavoratori autonomi che hanno dovuto sospendere il lavoro a causa dell’evento sismico (collaboratori coordinati continuativi, titolari di rapporti di agenzia, e di rappresentanza commerciale, lavoratori autonomi, titolari di attività di impresa o professionali).

Come ottenere le indennità

I lavoratori possono presentare le richieste di contributo a partire dal mese di maggio, seguendo le indicazioni che saranno pubblicate sul Bollettino Regionale della Lombardia.

=> Leggi tutte le news per le PMI della Lombardia

I Video di PMI